NSA e GCHQ potrebbero ascoltare le vostre conversazioni via Xbox Live

Microsoft dice che ci˛ avviene contro la sua volontÓ.

Alcuni memo ritrovati all'interno dello scandalo sulla sicurezza delle comunicazioni sollevato da Edward Snowden hanno rivelato che le spie americane ed inglesi di NSA e GCHQ sono capaci di monitorare le conversazioni di World of Warcraft o le chat attraverso Xbox Live.

I giochi sono stati infatti individuati come ricca fonte di informazioni da monitorare, oltre che come possibile ritrovo di malintenzionati.

Pungolata da Eurogamer.net Microsoft ha detto che, nonostante la continua sorveglianza, non ha scoperto nessuno spiare le conversazioni tramite Xbox Live e se questo accade è perché è stato fatto contro la sua volontà.

Anche Blizzard si allinea a questa linea di pensiero dicendo che "non si sono accorti di nessun monitoraggio. E se ci sono stati sono stati fatti senza il nostro consenso o permesso".

Voi cosa ne pensate?

Vai ai commenti (7)

Riguardo l'autore

Luca Forte

Luca Forte

Redattore

Luca si divide tra la gestione del ruspante VG247.it e l'infestare Eurogamer con i suoi giudizi sui giochi sportivi, Civilization, Fire Emblem, Persona e Football Manager. Inviato d'assalto, si diverte a rovinare le anteprime video dei concorrenti di tutto il mondo in modo da fare sembrare le sue pi¨ belle.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (7)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza