Dark Souls 2 - Boss: Autorità Reale dei Topi

Un altro roditore come boss, ma stavolta molto più duro da rosicchiare!

Cliccate sul testo seguente in blu per tornare all'indice della guida di Dark Souls 2.

Boss: Autorità Reale dei Topi

Ricompensa:

  • Anima Autorità Reale dei Topi
  • Coda di topo

La parte iniziale di questo combattimento è molto delicata. Nell'arena vedrete solamente quattro topi giganti, e aguzzando la vista, più in alto ne vedrete uno enorme sull'altopiano: quello è il vero boss.

Il boss scenderà nell'arena non appena i topi vi scorgeranno, per cui dovrete fare in modo di ucciderli prima che il vero scontro abbia inizio. Il problema è che con un paio di colpi, questi piccoli nemici possono intossicarvi condannandovi a una sconfitta sicura.

Se avete a disposizione delle magie potenti, assicuratevi di sterminare i quattro ratti con una di esse. Se avete conoscenze di piromanzia, la Fiamma Persistente funziona ottimamente: disseminate tre fiamme tra voi e i topi, non troppo lontano dal punto in cui vi scorgeranno, poi attirateli e fuggite. Se dovessero esserci dei superstiti, abbatteteli prima che il topo gigantesco entri in azione.

Se non disponete di magie o miracoli adatti, munitevi di un'arma con una portata molto ampia, attirate i topi dal lato opposto dell'arena per far sì che si raggruppino dietro di voi, poi tentate di falciarli con un paio di fendenti. Non è una tattica molto efficace e va provata solo in mancanza di meglio, un'alternativa molto valida è apprendere la piromanzia che vi abbiamo già indicato.

Una volta impegnati nello scontro con il topo più grande, tentate di aggirarlo sulla vostra destra. Quando reagirà con due colpi delle zampe anteriori, colpitelo un paio di volte e preparatevi ad arretrare nuovamente.

Spesso il topo salterà via e si preparerà a una carica, tentate di imparare a individuare questo colpo perché dovrete assolutamente pararlo.

Quando l'energia comincerà a scarseggiare, l'Autorità Reale dei Topi aggiungerà al suo arsenale una sorta di vomito che non è preoccupante in caso continuiate ad aggirarlo, e vi permetterà anzi di mettere a segno vari colpi visto il lungo tempo di esecuzione.

Il ritmo dello scontro non permette di operare molte magie se non quando gli attacchi con le zampe anteriori vanno a vuoto. Anche in caso di fallimento non demordete, questo boss non risulterà molto difficile una volta che gli avrete preso le misure.

Dopo lo scontro: verso la Cava Pietralucente di Tseldora

Costeggiate la sala per trovare un passaggio che vi porterà dal Re Ratto, presso il quale potrete unirvi al Patto del Re Ratto. Lasciatevi cadere sulla nuova sporgenza, e salite le scale per incontrare Gavlan, a cui potrete vendere l'equipaggiamento in eccesso. Nei pressi troverete anche una Gemma vitale.

Salite il pendio: una volta sul ponte, attendete che il guerriero lanci entrambe le asce, poi affrontatelo quando sarà disarmato.

Proseguite lungo l'unico percorso disponibile, sbarazzandovi dei nemici lungo la via. In cima sbucherete nella Cava Pietralucente di Tseldora.

Vai ai commenti (637)

Riguardo l'autore

Emiliano Baglioni

Emiliano Baglioni

Redattore

Emiliano si affaccia al mondo dei videogiochi all’epoca del Vic 20. Vive la sua storia di giocatore pensando che prima o poi crescerà e mollerà il joypad, ma non abbandona mai la sua passione, che riesce in qualche modo misterioso a conciliare con tutto il resto.

Contenuti correlati o recenti

Gli sviluppatori di Batman Arkham Origins confermano di essere al lavoro su un gioco DC

Quale sarà il misterioso progetto di Warner Bros. Montreal?

Hideo Kojima fermato alla dogana americana a causa del BB Pod di Death Stranding

Prima dell'arrivo al San Diego Comic-Con il creatore di Death Stranding ha avuto un piccolo problema alla dogana.

Articoli correlati...

Commenti (637)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza