Il mercato console in Giappone è in forte calo

Bene invece tablet e smartphone.

Sono anni ormai che il mercato videoludico giapponese è in una fase stagnante, con la situazione invariata anche in questo anno solare.

Il report della Computer Entertainment Supplier's Association (CESA), società di analisi Serkan Toto, ha confermato il trend negativo registrando nel 2013 introiti pari a quattro miliardi di dollari, in forte calo rispetto ai precedenti 4.8 miliardi del 2012.

Le sole vendite hardware, contando console casalinghe e portatili, hanno fruttato 1.5 miliardi di dollari, cifra vista in ribasso se paragonata agli 1.9 miliardi di dollari dell'anno precedente.

Situazione inversa, invece, per il mercato dei giochi per smartphone e tablet, che registrano un fatturato record di 3.5 miliardi dollari nel 2013, in forte crescita tenendo conto i risultati dell'anno scorso.

Tablet 1 - Console 0, in Giappone.

Vai ai commenti (5)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Marco Gatto

Marco Gatto

Redattore

Si avvicina ai videogiochi grazie a suo papà, incallito videogiocatore. Inizia a smanettare sin dalla tenera età con Intellivision e Atari VCS 2600. Da lì in poi, l’amore viscerale per i videogiochi non si è più assopito.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza