Watch Dogs 2: niente torri, ma seguaci

Abbandonata la classica meccanica di gioco Ubisoft.

Jonathan Morin, creative director di Watch Dogs 2, nel corso di una recente intervista ha parlato dell'abbandono, nel nuovo capitolo della serie, di una delle classiche meccaniche presente in vari titoli Ubisoft, lo sblocco delle torri per accedere a nuove aree e missioni.

In Watch Dogs 2 il tutto non sarà gestito da torri, ma dipenderà dal numero dei nostri seguaci.

Morin ha spiegato che il team di sviluppo ha scelto questa nuova strada in modo che le missioni più impegnative della storia dipendano dalla quantità di hacker che avremo a disposizione nel nostro esercito, più hacker permetteranno di completare missioni più su larga scala.

La crescita del nostro esercito DedSec ci permetterà di ottenere nuove informazioni e di conseguenza sbloccare nuove missioni per progredire nella storia.

-system-headline

Che ne pensate di questa nuova meccanica introdotta in Watch Dogs 2?

Vi ricordiamo che il nuovo titolo Ubisoft sarà disponibile a partire dal prossimo 15 novembre su PS4, Xbox One e PC.

Avete letto che la mappa di Watch Dogs 2 sarà grande il doppio rispetto a quella del suo predecessore?

Fonte: Eurogamer.net

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Massimo De Marco Giglio

Massimo De Marco Giglio

Redattore

Appassionato d’anime, videogiochi e armi (soprattutto quelle con danni Apeiron), cerca da anni la cura al FOXDIE che lo sta lentamente uccidendo.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza