Le tappe che ci stanno avvicinando all'uscita di Dishonored 2 sono quasi terminate, dato che il prossimo 11 novembre l'attesissimo action/stealth di Arkane Studios arriverà nei negozi per PC, Xbox One e PlayStation 4.

Durante la gamescom 2016 Bethesda ha scelto di mostrare nuovamente il suo prodotto senza consentire ai giornalisti accorsi in Germania di provare direttamente le nuove meccaniche di gioco e di riassaporare direttamente le atmosfere e la libertà che ci aspettiamo di trovare in questa seconda avventura di Corvo Attano.

La storia parte 15 anni dopo la fine del primo capitolo e sarà ambientata in una nuova città molto più luminosa e colorata di Dunwall, ma ugualmente afflitta da un misterioso flagello portato da alcune fameliche mosche.

Questa volta il protagonista sarà affiancato nientemeno che dall'imperatrice Emily Kaldwin, giunta a Karnaka, la nuova città nella quale Dishonored 2 è ambientato, per cercare di riprendersi il trono che le è stato strappato da un misterioso usurpatore.

Scegliere un personaggio o l'altro modificherà il vostro stile di gioco, dato che Corvo ed Emily possiederanno due set di abilità piuttosto differenti, anche se ugualmente letali. La guardia del corpo manterrà praticamente tutte le abilità viste in Dishonored, nonostante sia costretto a rimpararle da zero.L'imperatrice, invece, sfoggerà dei poteri piuttosto originali che la trasformeranno in una macchina da guerra senza pari.

dishonored_2_1
Corvo o Emily? Chi sceglierete?

Emily si potrà trasformare in ombra per qualche istante in moda da scivolare indisturbata alle spalle dei nemici o potrà creare un clone di sé stessa capace di mettere fuori gioco un nemici, oltre che distrarli per qualche istante. Letale anche la possibilità di collegare insieme più personaggi, in modo tale che uccidendone uno verranno eliminati anche tutti gli altri.

Nei panni della donna il gioco sembra decisamente più veloce, violento e dinamico di quanto eravamo abituati. In alcune sequenze mostrate, infatti, Emily era capace di eliminare diverse guardie in pochi fluidi movimenti, teletrasportandosi sopra delle piattaforme per poi piombare sui malcapitati nella forma di una bestia d'ombra che ci ha ricordato The Darkness.

Gli sviluppatori garantiscono che sarà sempre possibile completare Dishonored 2 senza uccidere nessuno, ma le abilità nel combattimento di Emily ci sembrano mostrare come gli sviluppatori abbiano provato a introdurre un personaggio in grado di rendere il gameplay più veloce e dinamico, diciamo più mainstream rispetto a quello del primo capitolo.

Sarà comunque importante mantenere entro certi limiti il numero di omicidi perpetrati. Tornerà infatti il sistema di Caos presente nel primo gioco e dunque uno spargimento di sangue prolungato non solo cambierà l'atmosfera in città, ma modificherà anche alcuni dialoghi del gioco.

dishonored_2_3
Il design dei nemici e delle ambientazioni è ancora eccellente.

Il resto della produzione si baserà, nuovamente, sulla sua capacità di ammaliare il giocatore attraverso le atmosfere, i dialoghi e le situazioni di gioco. Nonostante si veda il cambio di direzione artistica in Arkane Studios, visto che Sebastien Mitton ha preso il posto di Viktor Antonov, passato a sovraintendere l'intera produzione artistica di Bethesda, il design di Dishonored 2 riesce comunque a stupire.

Tra stanze che si aprono lasciando intravedere uno spazio più ampio nel quale combattere e scale che si contorcono per impedirvi il passaggio, sembra che ci saranno diversi momenti memorabili, nei quali l'universo di Dishonored prende vita e mostra di avere uno stile unico, capace di pareggiare capolavori come Bioshock.

I resto dovrebbe farlo la libertà del gameplay, che dovrebbe adattarsi perfettamente allo stile di ognuno. Coloro che amano l'esplorazione e il muoversi di soppiatto avranno sufficienti spazi e abilità per trovare passaggi nascosti o per stordire i nemici.

Gli amanti dell'azione avranno un catalogo di abilità tali da consentire loro di vestire i passi di un guerriero arcano letale e spietato, ricco di possibilità e alternative. Tra parate all'arma bianca, armi da fuoco, scivolate e magie, infatti, Corvo e Emily non temeranno nessuno, nemmeno i giganteschi avversari robotici che si troveranno ad affrontare.

dishonored_2_4
La violenza sarà all'ordine del giorno tra le strade di Karnaka.

L'ultima fatica di Arkane Studios, dunque, proverà in tutti i modi a replicare il successo di pubblico e critica del capostipite. Gli ingredienti sembrano esserci tutti ma vorremmo provare con mano il gioco prima di sbilanciarci, soprattutto per comprendere meglio se ci sarà spazio anche per novità in grado di dare un nuovo gusto a tutta la produzione.

Da qui all'11 di novembre le occasioni per parlare nuovamente di Dishonored 2 non mancheranno. Rimanete con noi.

Riguardo l'autore

Luca Forte

Luca Forte

Redattore

Luca si divide tra la gestione del ruspante VG247.it e l'infestare Eurogamer con i suoi giudizi sui giochi sportivi, Civilization, Fire Emblem, Persona e Football Manager. Inviato d'assalto, si diverte a rovinare le anteprime video dei concorrenti di tutto il mondo in modo da fare sembrare le sue più belle.