CD Project Red sembra essere interessata alla realtà virtuale.

Lo rivela il fondatore dello studio, Michał Kiciński.

Diversi sviluppatori ormai hanno mostrato un grande interesse per le potenzialità della realtà virtuale. Tra questi va ad aggiungersi anche CD Project Red che, attraverso le dichiarazioni del fondatore Michał Kiciński, ha rivelato di essere anch'essa potenzialmente interessata alla VR.

"Si tratta di qualcosa a cui guardiamo con interesse. Noi raccontiamo storie e se la VR può aiutarci nel nostro lavoro sicuramente la prenderemo in considerazione. Al momento però sono personalmente alla ricerca di qualcosa di più sostanzioso come esperienza".

1

Le parole di Kiciński, riportate da VG247.it, sembrano quindi aprire uno spiraglio alla realizzazione di un titolo in VR, a patto che quest'ultima possa rivelarsi uno strumento adeguato per raggiungere gli scopi narrativi, tanto cari allo studio polacco.

Vai ai commenti (0)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Pier Giorgio Liprino

Pier Giorgio Liprino

Redattore

Per far felice Pier Giorgio basta parlargli di politica, scienza e videogiochi. A questi ultimi s'è avvicinato da bambino giocando ad Age of Empires 2 e da allora è rimasto un appassionato PC gamer, con uno sguardo attento alle console.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Cyberpunk 2077 non includerà alcuna fetch quest

Il senior quest designer Philip Weber parla della filosofia dello studio dietro la progettazione delle missioni secondarie.

In Cyberpunk 2077 i genitali saranno determinati dal tipo di corpo scelto

E gli altri personaggi si rivolgeranno a V chiamandolo per nome.

In Cyberpunk 2077 affronteremo 4 diverse tipologie di quest, ecco i dettagli

Ce ne parla il senior quest designer, Philipp Weber.

ArticoloGamescom 2019: Wasteland 3 - prova

Nel nevoso Colorado post-apocalittico di inXile Entertainment.

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza