La presenza di progetti come Phantom Trigger e in generale di un numero decisamente maggiore rispetto al passato di "Nindies" di buona qualità e di buon potenziale evidenzia un'attenzione decisamente maggiore, da parte di Nintendo, nei confronti dell'universo indie.

Nintendo Switch, d'altronde, è una console decisamente più indie-friendly rispetto ai precedenti hardware della grande N e questo aspetto è stato lodato anche dalla concorrenza e in particolare dal presidente dei Sony Worldwide Studios, Shuhei Yoshida. Yoshida ha toccato l'argomento rispondendo ad una manciata di domande proposte da Famitsu e riportate da JapaneseNintendo.

1

"Penso che sia molto positivo. Stiamo facendo tutto il possibile per supportare i creatori di giochi indie da diverso tempo e sono stati pubblicati molti titoli di qualità. Recentemente anche Nintendo è stata approcciata da diversi sviluppatori indie di buona qualità e supporteranno middleware nel modo più velocemente possibile quindi pare che si stiano impegnando in questo ambito e penso che sia anche una cosa fantastica per tutta l'industria videoludica indie".

Sicuramente questo interesse della grande N nei confronti del mondo indie può avere benefici sostanzialmente per tutte le parti coinvolte nel mondo dei videogiochi e anche per Nintendo stessa. L'apertura di Switch è sicuramente molto positiva. Cosa pensate di questo aspetto della nuova console?

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle