Qual Ŕ il fattore discriminante che condizionerÓ i risultati di Nintendo Switch? La console riuscirÓ a raggiungere dati di vendita da record o dovrÓ necessariamente rivedere leggermente al ribasso i propri obiettivi?

L'analista di Wedbush Securities, Michael Pachter ha le idee chiare: tutto dipende dal prezzo della piattaforma. Nintendo Enthusiast ha riportato le seguenti dichiarazioni:

1

"Se manterranno il prezzo sui $300 venderÓ 50 milioni di unitÓ nel suo ciclo vitale. Se dovessero tagliere il prezzo sui $200 nel breve periodo ne venderanno 70 milioni. Se arriveranno anche nella fascia dei $100 arriveranno a 90 milioni di unitÓ. Tutto dipende dalla domanda, se la domanda sale il prezzo scenderÓ. A $300 non Ŕ possibile che vendano pi¨ di 50 milioni di unitÓ, assolutamente no".

Pachter sottolinea comunque come le previsioni attualmente siano molto complicate e tocca un argomento curioso e interessante: Sony e Microsoft potrebbero "copiare" Nintendo e Switch e provare la strada della console ibrida? Secondo l'analista Sony non proporrÓ mai pi¨ una console portatile dato che non ha ottenuto grandi risultati con PSP e PS Vita mentre Microsoft difficilmente farÓ una mossa in questo segmento del mercato nel breve periodo. In soldoni la console ibrida dovrebbe rimanere una "esclusiva" della grande N, cosý come il segmento handheld.

Cosa pensate delle parole di Pachter? 50 milioni di unitÓ vendute Ŕ il massimo a cui Switch pu˛ aspirare senza un taglio di prezzo importante?

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darÓ ragione.