Non sono quelli visti recentemente nell'ultimo film standalone o all'interno di Captain America: Civil War, non sono quelli dei vecchi film e non sono quelli dei fumetti. Chi sono il Peter Parker e lo Spider-Man tratteggiati dai ragazzi di Insomniac Games?

Game Informer ha discusso di queste due facce della stessa medaglia all'interno di un nuovo articolo che ci permette di scoprire la visione dietro alla creazione di queste particolari versioni di Peter Parker e Spider-Man. A parlarcene il creative director, Bryan Intihar e gli sceneggiatori, Jon Paquette e Christos Gage.

"Questa è una storia su Peter Parker. In quel costume non c'è Miles Morales e questa è una domanda che su Twitter continuano a fare. Peter viene sempre morso da un ragno ma non vogliamo concentrarci su una storia di origini. Ci saranno dei collezionabili che parlano del passato del personaggio ma questa storia è ambientata diverso tempo dopo la trasformazione di Peter Parker in Spider-Man. Non vogliamo raccontare una storia già raccontata, che tutti conoscono già.

"Ovviamente deve dare la sensazione di essere il classico Spider-Man e il classico Peter Parker che tutti conoscono ma volevamo fare qualcosa di nostro".

1

Questo Peter è diventato Spider-Man a 15 anni e nel gioco ne ha 23, è laureato e lavora come scienziato. Dove? Questo per ora è un mistero (che c'entri la Oscorp?) e gli sviluppatori non vogliono rivelarlo. Si tratta di un Peter che deve fare i conti con i problemi e le responsabilità del diventare adulto e mentre la vita come Spider-Man prosegue positivamente l'altro lato della sua esistenza non è così "semplice". Un esempio? Peter rischia di essere sfrattato dal proprio appartamento.

Discutendo con l'executive creative director di Marvel, Bill Rosemann, gli sviluppatori ricevettero un consiglio fondamentale per la direzione del gioco: le migliori storie dell'Uomo Ragno sono quelle in cui il mondo di Spider-Man e quello di Peter Parker entrano in rotta di collisione. Per il resto il team non ha avuto alcuna limitazione particolare o influenze esterne da seguire obbligatoriamente.

Il gioco è ambientato lungo una manciata di settimane nel mese di ottobre e inizia come una storia di Spider-Man normalmente finirebbe: l'arresto di un villain storico come Wilson "Kingpin" Fisk dopo anni e anni di rivalità. "Peter pensa che sia finalmente arrivato il momento rilassarsi, concentrarsi su crimini più piccoli ma che per il resto sarà tutto ok". Il nostro eroe si dovrà rendere conto che non c'è mai davvero una "fine" quando sei un supereroe e che il relax non ci sarà mai per davvero.

Nel corso del gioco cambierà anche il modo in cui le persone considerano Spider-Man e ci sarà chi sarà un vero fan sfegatato e chi invece, in certi punti della storia, lo considererà una grave minaccia per l'intera città e per i suoi abitanti.

2

Gli sceneggiatori ripongono molta fiducia nel gioco e pensano che il titolo dovrebbe fare centro e convincere i possessori di PS4. A livello di copione, Paquette afferma che è lungo come un romanzo di 3.333 pagine. Alo stesso tempo il team di scrittori ha tenuto conto del numero di parole: 400.000 nella versione finale della sceneggiatura anche se complessivamente erano state scritte ben 800.000 parole. Che fine ha fatto metà del lavoro degli sceneggiatori? Tutto ciò che non dava l'impressione di funzionare al meglio è stato tagliato ed è stato conservato solo ciò che era pienamente funzionale nell'economia del gioco.

Cosa pensate delle nuove informazioni condivise dagli sviluppatori? Secondo voi Insomniac Games riuscirà a creare un gioco sull'Arrampicamuri di alta qualità?

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.