Durante il Develop: Brighton, il presidente di ony Worldwide Studios, Shuhei Yoshida ha parlato delle sfide che la compagnia ha dovuto affrontare nel corso della sua esistenza.

Come riporta Eurogamer.net Yoshida ha raccontato di essere entrato nella società nel 1993 all'interno del team guidato da Ken Kutaragi:

"All'epoca c'era una workstation Silicon Graphics che costava circa 100.000 dollari, e Ken disse che stava creando una macchina di quella potenza che sarebbe stata venduta per meno di 500 dollari"." Il racconto continua poi citando gli accordi commerciali che hanno segnato svolte cruciali, che avrebbero assicurato il futuro di PlayStaion per molti anni, parliamo di titoli come Final Fantasy 7 e Deagon Quest.

yoshida_ci_sono_troppi_giochi_in_arrivo_su_ps4_difficile_presentarli_tutti_145036248166

In seguito iniziò lo sviluppo di ICO, ma fu lo stesso Yoshida a insistere per spostare il tutto su PS2:

"Ken Kutaragi era un ingegnere brillante, il team che lavorava con lui era motivato perché lui era in grado di stimolarci."

Riguardo alla questione del cambio generazionale di console ha poi risposto:

"Fa parte della natura umana. Le persone commettono errori, non so perché. Siamo tutti umani, non siamo perfetti. PS4 sta andando molto bene, ma non dimentichiamo perché ci troviamo qui in questo momento."

Cosa ne pensate delle parole del presidente Sony?

Commenti (1)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

le ultime

Pubblicità