Insomniac parla delle sfide che lo studio ha dovuto affrontare nello sviluppo di Spider-Man

Il team aveva molta esperienza con gli sparatutto, ma quasi nessuna con gli action come Spider-Man.

Manca ormai pochissimo all'uscita di Spider-Man, il nuovo titolo dedicato alla figura del celebre Uomo Ragno sviluppato da Insomniac Games e in uscita il prossimo 7 settembre.

In una recente intervista concessa a GamesTM e riportata da Wccftech, il creative director del gioco Bryan Intihar ha potuto parlare delle importanti sfide che lo studio ha dovuto affrontare nello sviluppo di Spider-Man. La più significativa di queste riguarda il background stesso di Insomniac, un team con tantissima esperienza nel genere sparatutto, ma praticamente al debutto nel genere action.

"Anche se ci stavamo occupando di Feral Rites circa nello stesso periodo di Spider-Man, non avevamo molta esperienza con gli action in terza persona dove combatti corpo a corpo", spiega Intihar. "Guardiamo a Ratchet, a Resistance e a Sunset Overdrive. Siamo uno studio da grande sparatutto, e siamo piuttosto conosciuti per le nostre armi molto fantasiose. Si trattava di una curva d'apprendimento alquanto ripida."

Spider_Man

Il director prosegue. "Fin dalle prime fasi dello sviluppo ci siamo chiesti, cosa può fare Spider-Man che gli altri non possono? E da quell'assioma abbiamo cominciato a costruire il mondo di gioco. Viviamo a Los Angeles e abbiamo potuto contare sull'aiuto di numerosi stunt man, che hanno cominciato a fare cose da supereroi. Abbiamo sfruttato al meglio le ragnatele, sia che si parli di reti lanciate ad alta velocità o di elementi dell'ambiente con cui puoi interagire."

"E dal momento in cui abbiamo cominciato a implementare i gadget e le abilità della tuta di Spider-Man, è a quel punto che il tutto ci è finalmente sembrato un'esperienza di Spider-Man combinata a un gioco di Insomniac. Il team che lavora al combattimento ha lavorato duro, era davvero difficile. Possiamo dire che fosse, nel corso dello sviluppo, una delle nostre sfide più difficili", conclude Intihar.

Dai primissimi video di gameplay pubblicati negli ultimi mesi l'impressione è che Insomniac sia riuscita nel proporre un'esperienza di Spider-Man il più fedele possibile al personaggio, per la felicità dei fan che non vedono l'ora di giocarlo agli inizi di settembre.

Che ne pensate? Vi è sembrato che Spider-Man vantasse i tratti caratteristici delle produzioni Insomniac?

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Gianluca Musso

Gianluca Musso

Redattore

Si è appassionato ai videogiochi grazie al capolavoro Monkey Island, oggi massacra NPC nei GDR Bethesda. Qualcosa dev'essere andato storto!

Contenuti correlati o recenti

In Death Stranding viaggeremo attraverso varie aree degli USA

L' appuntamento con la Gamescom ha svelato ulteriori dettagli sulla nuova opera di Kojima.

Death Stranding: secondo Geoff Keighley il pubblico non è ancora pronto per le funzionalità online del gioco

Il giornalista e produttore crede che gli elementi online siano stati sottovalutati.

Articoli correlati...

Control si mostra in uno spettacolare trailer di lancio

Pronti ad entrare in un mondo misterioso ed ostile?

ArticoloControl - prova

Remedy stupisce con un potenziale gioiello.

Death Stranding non compare più come esclusiva PS4 sul sito ufficiale di Sony

L'attesissimo gioco di Kojima arriverà su altre piattaforme?

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza