Supermassive Games Ŕ la casa di sviluppo che ha realizzato Until Dawn, il gioco horror uscito in esclusiva per PlayStation 4 nel 2015, rimembra Gematsu.

Ebbene lo studio ha recentemente registrato in Europa il marchio "Shattered State" con tanto di logo, per cui la domanda sorge spontanea: che siano al lavoro su una nuova IP ancora da annunciare?

Shattered_State_TM_08_17_18

Il marchio "Shattered State" Ŕ di appartenenza di Supermassive Games, e non di Sony Interactive Entertainment come Ŕ avvenuto per Until Dawn. per cui potrebbe essere che l'ipotetica nuova IP potrebbe giungere su pi¨ di una piattaforma, a differenza dell'esclusiva Sony, Until Dawn.

In passato, i lavori "non esclusivi" a cui ha lavorato lo studio sono Big Match Striker del 2010 giunto su PC, e Doctor Who: The Eternity Clock giunto su PC, PS Vita e PS3.

Per il momento non si sa nulla riguardo il marchio registrato Shattered State, per cui non ci Ŕ dato sapere cosa potrebbe rappresentare. Voi cosa ne pensate?

Riguardo l'autore

Stefan Tiron

Stefan Tiron

Redattore

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.

Altri articoli da Stefan Tiron

Commenti (2)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

Until Dawn: David Cage incontra Wes Craven - recensione

Tra Scream, The Descent e Texas Chainsaw Massacre.

Sul PlayStation Store parte la promozione "2 per €30"

I titoli interessanti non mancano di certo.

Annunciati i giochi PlayStation Plus di luglio: Until Dawn, Dimmi Chi Sei! e Game of Thrones

Tokyo Jungle e Darkstalkers Resurrection su PS3, Don't Die Mr Robot ed Element4l su PS Vita.

le ultime

PokÚmon GO: un PokÚmon nuovo di zecca spunta tra i file del gioco

Si tratta di un placeholder, o del primo rappresentante di una nuova specie?

Destiny 2: stanchi di ottenere il lanciagranate Transito del Limite? Bungie lavora a una soluzione

Nel post settimanale gli sviluppatori spiegano che il problema Ŕ causato da un bug.

Da settembre Valve si occuperÓ personalmente di moderare i forum di Steam

Un team interno a Valve vigilerÓ sui post dei forum segnalati dalla community.

Pubblicità