Le microtransazioni stanno spopolando all'interno del mercato videoludico, facendo capolino anche in titoli che in passato non ne avevano mai fatto uso.

Come riporta Gamesindustry, PEGI non è restata a guardare e ha dichiarato che verrà specificata, sulla confezione dei giochi in formato fisico, la presenza di microtransazioni. Si tratta di una nuova icona vera e propria che si affiancherà alle già note icone che indicano la presenza di contenuti controversi o non adatti ad un pubblico minorenne.

L'introduzione di un'icona che indica la presenza di microtransazioni è una novità assoluta, e aiuterà il consumatore a fare un acquisto consapevole, permettendogli di distinguere facilmente quali giochi offrono tale meccanica (basti pensare ad un genitore che compra un gioco per il figlio).

in_game_purchase_black_EN

Simon Little, amministratore delegato di PEGI, dichiara questo passo come mossa fondamentale per rendere consapevoli i genitori e salvaguardare i figli in un ambiente di gioco sicuro.

Cosa ne pensate?

Riguardo l'autore

Stefan Tiron

Stefan Tiron

Redattore

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.

Altri articoli da Stefan Tiron

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

Un rivenditore polacco regala Fallout 76 in bundle con i gommini per Dualshock 4

Con 5 dollari di gommini per gli stick analogici, il gioco in regalo.

Il gioco più venduto in Giappone nel 2018 è stato Monster Hunter World

Stilata una Top 10 dei titoli più venduti in territorio giapponese lo scorso anno.

Il Fortnite Live festival di Norwich è stato un completo disastro

Un evento non all'altezza delle aspettative.

le ultime

Un rivenditore polacco regala Fallout 76 in bundle con i gommini per Dualshock 4

Con 5 dollari di gommini per gli stick analogici, il gioco in regalo.

Il gioco più venduto in Giappone nel 2018 è stato Monster Hunter World

Stilata una Top 10 dei titoli più venduti in territorio giapponese lo scorso anno.

Il Fortnite Live festival di Norwich è stato un completo disastro

Un evento non all'altezza delle aspettative.

Pubblicità