Addio Microsoft Game Studios, benvenuti Xbox Game Studios. Microsoft ha annunciato un cambio di brand per la divisione gaming interna della compagnia che comprende al suo interno tutti gli studi e le organizzazioni first-party legate ai videogiochi.

Come riportato da Engadget, la decisione non comporta grandi cambiamenti nell'organizzazione ma si tratta soprattutto di una mossa per rinforzare ulteriormente il marchio Xbox come sinonimo di videogiochi per quanto riguarda il colosso di Redmond.

A confermarlo anche Matt Booty, corporate vice president degli Xbox Game Studios e figura che ormai da diversi mesi ricopre il ruolo di Phil Spencer mentre quest'ultimo è entrato di diritto nel gruppo di dirigenti chiave che riferiscono direttamente al CEO, Satya Nadella.

1

Il nome Xbox Game Studios attualmente comprende i seguenti studi e organizzazioni:

  • 343 Industries (Halo)
  • The Coalition (Gears of War 5)
  • Compulsion Games (We Happy Few)
  • The Initiative (led by 2013 Tomb Raider boss David Gallagher)
  • inXile Entertainment (Wasteland 2)
  • Minecraft (Minecraft)
  • Ninja Theory (DmC: Devil May Cry, Hellblade: Senua's Sacrifice)
  • Obsidian Entertainment (Fallout: New Vegas)
  • Playground Games (Forza Horizon)
  • Rare (Sea of Thieves)
  • Turn 10 Studios (Forza Motorsport)
  • Undead Labs (State of Decay)
  • Xbox Global Publishing Group

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle