Durante una recente intervista, il boss della divisione gaming di Sony Shawn Layden ha spiegato i motivi per cui la compagnia salterà l'E3 2019, a fine intervista però ha aggiunto che non è escluso che la compagnia possa tornare in futuro a partecipare all'evento.

Come riporta Gearnuke, Layden ha affermato che si può considerare l'E3 al pari di eventi come il CES ed il Motor Show, questo perché (secondo lui) non sono fatti su misura del consumatore, inoltre ammette onestamente che Sony non avrebbe avuto nessuna nuova storia da mostrare:

"O un evento è ottimizzato su misura del consumatore, in stile Tokyo Game Show o Gamescom, oppure possiamo paragonarlo ad un evento commerciale come il CES, il Motor Show o l'E3. Posso capire il Motor Show (riunire in un unico posto tutte quelle macchine è un'impresa) ma noi siamo videogiocatori, viviamo nell'etere, siamo digitali. Siamo ovunque nello stesso momento. Quindi quel'è il ruolo di un evento che avviene in una data arbitraria a giugno? Onestamente in questo 2019 non avevamo nessuna nuova storia da raccontare."

sony_e3_GameSoul_1422x800

Il dirigente ha però dato un indizio circa un ipotetico ritorno da parte di Sony sul palco dell'E3:

"Solo perché PlayStation non sarà presente all'E3 2019 non vuol dire che non sarà nemmeno all'edizione 2020."

Cosa ne pensate? Siete d'accordo con le parole di Shawn Layden?

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Commenti (29)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti