Star Wars ed EA non vanno per niente d'accordo, come dimostra la recente cancellazione del progetto ad esso dedicato in mano a Visceral Games (lo studio responsabile di Dead Space) e la famosa scrittrice Amy Hennig, che ha lavorato sulla serie di Uncharted.

Durante un'intervista ai microfoni di IGN, Hennig è tornata a parlare di Ragtag, nome in codice del progetto di cui si è parlato sopra:

"Guardate ai film di Indiana Jones, è lui il protagonista. Gli altri personaggi sono secondari, certo sono importanti ma non sono co-protagonisti. In Star Wars abbiamo un'insieme di storie, sono tutte importanti. Se non fai questo in un gioco su Star Wars che ha come obiettivo riecheggiare la saga cinematografica, qualcosa sarebbe andata male."

amy_henning

Durante una precedente intervista, Amy Hennig ha anche affermato che la realizzazione di giochi AAA sta diventando sempre più difficile seguendo il modello tradizionale ed ha inoltre sostenuto Google nel lancio di Stadia, la sua nuova piattaforma pensata per il gaming in streaming.

Cosa ne pensate? In quanti avreste voluto mettere le mani su un nuovo gioco di Star Wars?