Quando i dipendenti di Microsoft hanno sollevato i propri dubbi sul contratto HoloLens da 479 milioni di dollari con l'esercito americano, hanno posto una domanda: come sarà usato questo sistema? Ora possiamo farci un'idea migliore.

L'Esercito ha fornito a CNBC una demo del suo Integrated Visual Augmentation System, che utilizza un HoloLens 2 modificato per fornire sia l'assistenza al combattimento che l'addestramento. Si dice sembri come un "gioco Call of Duty nella vita reale" - si possono vedere le posizioni della squadra su una mappa, una bussola e persino il reticolo dell'arma. L'imaging termico, inoltre, aiuterà a vedere al buio.

Durante la formazione, IVAS può anche fornire dati per migliorare le prestazioni, come lo sguardo e la frequenza cardiaca di chi lo indossa.

105835539_1554469889601image11.1910x1000
105833230_1554390340704thumbnail_spm.1910x1000
105836637_1554502477742thermal.1910x1000

HoloLens 2 è attualmente troppo grande per funzionare con i caschi esistenti. Tuttavia, un capo dell'Esercito si aspettava un'unità di dimensioni più adatte entro sei mesi. "Migliaia e migliaia" di soldati potrebbero utilizzare IVAS entro il 2022 e il 2023, secondo il sottosegretario alle forze armate Ryan McCarthy, con uno spiegamento più ampio entro il 2028.

La demo della CNBC era chiaramente pensata per placare le preoccupazioni di coloro che vedono la trasformazione della tecnologia pacifica in uno strumento distruttivo. Non sorprende che McCarthy non percepisca HoloLens in questo modo - ha sostenuto alla CNBC che il miglioramento della consapevolezza sul campo di battaglia potrebbe ridurre al minimo le vittime civili.

E voi che ne pensate?

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.