Un The Witcher 3.5 avrebbe permesso un guadagno facile e immediato a CD Projekt RED, ma sarebbe stato in contrasto con la filosofia della compagnia

Il CEO di CDPR: "trattiamo i giochi come una forma d'arte".

CD Projekt Red avrebbe potuto sviluppare The Witcher 3.5 e guadagnare rapidamente. Tuttavia, lo studio ha deciso di non farlo perché contrasta con l'ambizione dell'azienda di spingere sempre i confini e provare nuove cose. Questo secondo il fondatore Marcin Iwinski, che ha affermato questa settimana all'E3 che CD Projekt Red "non una fabbrica di giochi", riporta Gamespot.

"Ci piacerebbe a un certo punto raccontare più storie su The Witcher, ma quando e come non posso dirlo ora", ha spiegato all'E3 Coliseum. "Non siamo una fabbrica di giochi, trattiamo i giochi come un'arte".

Iwinski ha detto che l'ambizione di CD Projekt Red è di "spingere l'asticella verso alto" ad ogni nuova release. Perciò, mentre lo studio polacco teoricamente avrebbe potuto realizzare un The Witcher 3.5, ha deciso di provare qualcosa di completamente nuovo con Cyberpunk 2077.

Cyberpunk_keanu_reeves

"Vogliamo spingere l'asticella in alto con ogni singola uscita. Utilizzare lo stesso motore, raccontando le stesse storie, con la stessa tecnologia e fare soldi velocemente, non è quello che facciamo", ha spiegato.

Lavorando su Cyberpunk 2077, CD Projekt Red ha imparato molto sulla creazione di nuovi giochi, e alcuni di questi approcci potrebbero essere applicati a un nuovo The Witcher potenzialmente, ha suggerito Iwinski. Nel complesso, Iwinski ha detto che la visione di CD Projekt Red è quella di sviluppare sempre "nuove fantastiche esperienze di gioco".

Nell'intervista, Iwinski ha detto che CD Projekt Red voleva creare due principali team di sviluppo all'interno dell'azienda dopo The Witcher 3, in modo che potessero lavorare su più progetti contemporaneamente. Tuttavia, questo si è rivelato troppo difficile per una serie di motivi e non è successo. Come tale, il team che ha lavorato su The Witcher 3 è passato a Cyberpunk 2077, ha detto Iwinski.

I commenti di Iwinski su The Witcher 3.5 sono simili a ciò che ha recentemente detto Bonnie Ross, boss dello studio di Halo. Lo sviluppatore ha parlato di come Microsoft considerasse lo sviluppo di un Halo 5.5, ma ha abbandonato quelle idee perseguendo un gioco molto più ambizioso con Halo Infinite.

Infine, Iwinski ha detto che CD Projekt Red è attualmente impegnato nel perfezionamento di Cyberpunk 2077. Questa è la parte più impegnativa del processo di sviluppo, ha affermato Iwinski.

Che ne pensate?

Nel frattempo vi ricordiamo che Cyberpunk 2077, provato in anteprima, arriverà il 16 aprile 2020 per PS4, Xbox One e PC.

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Come è nata la Night City di Cyberpunk 2077? Ce lo spiega CD Projekt RED

Marthe Jonkers, Concept Art Coordinator dello studio, rivela il processo creativo dietro la città che fa da sfondo al gioco.

The Surge 2 si mostra nel trailer di lancio con i suoi brutali combattimenti

Il titolo di Deck13 sta per arrivare su PC e console.

Articoli correlati...

Cyberpunk 2077 non includerà alcuna fetch quest

Il senior quest designer Philip Weber parla della filosofia dello studio dietro la progettazione delle missioni secondarie.

In Cyberpunk 2077 i genitali saranno determinati dal tipo di corpo scelto

E gli altri personaggi si rivolgeranno a V chiamandolo per nome.

In Cyberpunk 2077 affronteremo 4 diverse tipologie di quest, ecco i dettagli

Ce ne parla il senior quest designer, Philipp Weber.

ArticoloGamescom 2019: Wasteland 3 - prova

Nel nevoso Colorado post-apocalittico di inXile Entertainment.

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza