Harry Potter: Wizards Unite non č Pokémon GO e il lancio lo dimostra

I numeri sono buoni ma il successo di Niantic č lontano.

Accostato in moltissime occasioni a Pokémon GO per le affinità sotto diversi punti di vista, Harry Potter: Wizards Unite non è di certo il successore del titolo Niantic quando si tratta di fenomeno globale dai numeri impressionanti.

Questo non significa che il lancio sia stato un insuccesso ma i primi dati dimostrano come si tratti di un debutto molto più limitato e contenuto. I numeri raccolti da Sensor Tower, che tengono conto delle prime 24 ore di disponibilità parlano chiaro dato che i dati fatti registrare in USA e UK non sono neanche lontanamente paragonabili a quelli fatti registrare da Pokémon GO nel primo giorno di disponibilità nei soli Stati Uniti.

Harry Potter: Wizards Unite ha raggiunto il primo posto nelle app gratuite dell'App Store garantendosi circa 400.000 installazioni tra iOS e Android con spese da parte dei giocatori per circa $300.000. Nello stesso lasso di tempo e solo negli USA, Pokémon GO aveva fatto registrare più di 7,5 milioni di download per una spesa da parte dei giocatori di $2 milioni.

Sicuramente i numeri di Harry Potter: Wizards Unite possono migliorare nel tempo ma coloro che ipotizzavano un successo vicino a quello di Pokémon GO dovranno molto probabilmente ricredersi molto presto. Cosa ne pensate? Siete interessati a questo titolo dedicato a Harry Potter?

Vai ai commenti (1)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darŕ ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza