Nintendo Switch e Switch Lite a confronto: specifiche, dimensioni, durata della batteria e molto altro

Vediamo insieme cosa cambia tra le due console di Nintendo. 

Nintendo ha annunciato da poco il suo Switch Lite, una versione solo palmare del modello originale del sistema. Mentre questo significa che sarà limitato in alcuni aspetti - senza dock o con Joy-Con rimovibili - avrà un costo inferiore e un design leggermente più piccolo.

Il Nintendo Switch Lite arriverà sugli scaffali dei negozi il 20 settembre 2019 insieme al remake di The Legend Of Zelda: Link's Awakening. Mentre potrete scegliere tra una combinazione di colori giallo, grigio o verde acqua, una speciale edizione a tema Pokemon Spada e Scudo sarà disponibile l'8 novembre 2019 proprio prima del lancio del gioco.

Ma che differenze ci saranno tra lo Switch originale e la versione Lite portatile? Qui sotto vi riportiamo l'elenco delle caratteristiche dei due sistemi. Nell'elenco citiamo prima le caratteristiche di Nintendo Switch, poi quelle di Switch Lite:

  • Dimensioni schermo: 6.2 pollici - 5.5 pollici
  • Risoluzioni: 720p (undocked) - 720p
  • Dimensioni: 4" x 9.4" x 0.55" - 3.6" x 8.2" x 0.55"
  • Peso: 0.88 lbs / 399 g - 0.61 lbs / 277 g
  • Durata batteria: 2.5/6.5 ore - 3/7 ore
  • Processore grafico: Custom Nvidia Tegra GPU - Custom Nvidia Tegra GPU
  • Internal Memory: 32 GB - 32 GB
  • Joy-Con rimovibili: Sì - No
  • Modalità TV / Dock: Sì - No
  • HD Rumble: Sì - No
  • Kickstand: Sì - No
  • Supporto Amiibo: Sì - Sì
Nintendo_Switch_Lite_vs_standard

Per quanto riguarda il prezzo, abbiamo appreso da poco che GameStop Italia proporrà Switch Lite a 219,98 Euro.

Vedendo le caratteristiche delle due console, si capisce che Switch Lite si presenta come un'opzione più economica e portatile con una durata della batteria leggermente migliore: è attraente per coloro che preferiscono giocare in modalità palmare. Tuttavia, in base alla progettazione, ci saranno alcuni giochi che non funzioneranno con il nuovo Switch Lite, come i kit Nintendo Labo; nel caso di 1-2 Switch, bisognerà sincronizzare un paio di Joy-Con separati.

Che ne pensate?

Fonte: Gamespot.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Tim Willits abbandonerà id Software dopo 24 anni di carriera

Lo storico sviluppatore si prepara a lasciare l'azienda.

L'arrivo degli SSD su PS5 e Xbox Scarlett avrà un impatto maggiore negli open world

Un grande passo in avanti per uno dei generi più in voga.

PS5: puntare ai giocatori hardcore potrebbe essere un grosso problema per Sony?

Secondo gli analisti sarebbe un errore puntare su un "pubblico di nicchia".

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza