La salute mentale nell'industria videoludica: l'organizzazione Take This chiede agli sviluppatori di condividere le loro storie

Crunch, inclusività, stress e molto altro al centro delle ricerche.

Che l'industria dei videogiochi non sia solo divertimento e sorrisi ma che sia anche caratterizzata da problemi e rischi non da poco per i suoi lavoratori e per la loro salute è un fatto ormai appurato. Iniziative come quella di Take This sono quindi molto importanti da questo punto di vista.

Take This è un'organizzazione no-profit che si concentra su questioni legate alla salute mentale che, come riportato da Eurogamer.net, ha pubblicato un white paper, un rapporto, che evidenzia le preoccupazioni riguardanti la salute mentale all'interno del mondo dello sviluppo di videogiochi.

L'organizzazione continuerà per tutto il 2019 a condurre delle ricerche a stretto contatto con gli sviluppatori e incoraggia tutti i professionisti del settore a condividere le proprie storie sui social media attraverso l'hashtag #gameindustrystory. Si tratta di un modo per analizzare alcuni degli elementi che hanno un evidente impatto sulla salute mentale come problemi con la percezione pubblica, con l'inclusività e la diversità, con lo stress causato dal crunch ma non solo.

Il rapporto e le iniziative di Take This puntano a politiche migliori da parte delle compagnie, a corsi riguardanti la consapevolezza a livello di salute mentale e approfondimenti su temi come il comportamento tossico e il modo in cui influisce sulla salute di veterani, dei più giovani, delle donne, delle persone di colore e degli individui LGBTQ+.

Si tratta sicuramente di una questione e di un problema da affrontare con attenzione e da non sottovalutare per il bene di tutti i professionisti dietro al nostro medium preferito.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Tim Willits abbandonerà id Software dopo 24 anni di carriera

Lo storico sviluppatore si prepara a lasciare l'azienda.

L'arrivo degli SSD su PS5 e Xbox Scarlett avrà un impatto maggiore negli open world

Un grande passo in avanti per uno dei generi più in voga.

PS5: puntare ai giocatori hardcore potrebbe essere un grosso problema per Sony?

Secondo gli analisti sarebbe un errore puntare su un "pubblico di nicchia".

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza