Tutti i giochi confermati per Apple Arcade riassunti in un video

Il servizio della mela morsicata si fa più interessante.

Apple sta ampliando sempre di più la sua offerta per quanto riguarda il gaming. Come possiamo vedere, infatti, è di questa settimana l'annuncio nei dettagli di Apple Arcade Gaming, servizio in arrivo a partire dal 19 settembre in oltre 150 paesi tra cui anche l'Italia.

Come possiamo vedere, l'abbonamento mensile viene proposto a 4,99 euro, con un periodo di prova gratuita pari ad un mese. Ebbene questa sottoscrizione ci darà accesso ad una serie di titoli sicuramente da tenere d'occhio, titoli che sono i protagonisti assoluti di questo filmato:

Apple Arcade ci permetterà di giocare su iPhone, iPad, Mac e Apple TV, offrendoci una libreria di oltre 100 titoli senza alcun add pubblicitario o microtransazioni in-app accessorie. Cosa ne pensate di questo interessante servizio?

Fonte: Macrumors

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Stefan Tiron

Stefan Tiron

Redattore

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.

Contenuti correlati o recenti

Doom Eternal, Dreams, Marvel's Avengers, Nioh 2 e moltissimi altri giochi in anteprima alla Milan Games Week 2019

Svelate le anteprime che faranno divertire ed emozionare gli appassionati di videogiochi

Secondo Sony "la realtà virtuale ha ancora molto da imparare"

Il pensiero di Shuhei Yoshida, presidente di SIE Worldwide Studios.

L'Accademia Italiana Videogiochi sbarca a Milano

Porte aperte per il primo open day nella sede meneghina.

Articoli correlati...

Sunset Overdrive è ufficialmente una IP di Sony

Il gioco fu lanciato come esclusiva Xbox One nel 2014.

Kickstarter nell'occhio del ciclone dopo il licenziamento di due organizzatori sindacali

Una ritorsione nei confronti del processo di sindacalizzazione?

Secondo le stime di un publisher le vendite dei titoli indie su Steam sono scese del 70% rispetto allo scorso anno

Ecco un'interessante analisi condotta da Mike Rose, director del publisher indie No More Robots.

Commenti (2)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza