GameStop riapre in Massachusetts con gli impiegati obbligati a usare buste di plastica per proteggersi dal virus

Nuove regole e direttive per gli impiegati dei GameStop riaperti.

In questi tempi di crisi epiedemica, molti negozi sono stati costretti a chiudere per non mettere a rischio la salute di clienti e dipendenti e impedire il proliferare del coronavirus.

Quelli che restano aperti, i cosiddetti business essenziali, sono tuttavia incaricati (e obbligati) a seguire delle rigide regole sanitarie, come l'uso di detergenti e disinfettanti per sterilizzare se stessi e tutto il locale. Purtroppo, sembra che qualcuno abbia deciso di seguire delle...vie alternative.

Secondo quanto riportato da alcuni dipendenti GameStop in Massachussetts, la compagnia avrebbe chiesto ai lavoratori dello stato di tornare al lavoro lo scorso venerdì, nonostante gli ordini di chiusura per tutti i business non essenziali. Tuttavia, invece di far entrare i clienti nei negozi, gli acquisti vengono portati dai dipendenti fuori dalla porta. Questa è solo una delle speciali, dettagliate e inusuali istruzioni fornite dalla dirigenza.

Stando ai nuovi ordini, i commessi devono proteggersi una mano con un sacchetto di plastica, aprire la porta il minimo indispensabile, prendere la carta di credito del cliente con la mano protetta, completare l'ordine, rigirare la busta lasciando dentro la carta di credito, inserire il gioco acquistato e riconsegnare tutto al cliente.

Queste direttive così specifiche sono state inviate via mail da un capo distretto a tutti i manager di zona e, sebbene all'inizio potessero sembrare una burla, esse sono decisamente vere. Gli ordini non sono stati accolti di buon grado dai dipendenti e qualcuno di esso si è sfogato (anonimamente) online:

"Sembra quasi che stessero parlando di un animale. Devo scegliere se fare un lavoro di cui nessuno a bisogno durante una pandemia e il non essere pagato, senza contare il fatto di infettare delle persone o essere infettato. Sappiamo per certo che la malattia è contagiosa anche se sei asintomatico.".

Oltre quindici stati americani, Massachussetts incluso, hanno dichiarato la chiusura di tutti i servizi non essenziali per contrastare il coronavirus e GameStop è stato considerato tale. Nonostante questo, sia la catena retail che altri negozi americani hanno riaperto i battenti pochi giorni fa, alcuni con il benestare dello Stato, altri invece illegalmente.

2OOY2TLHDFHAVOEVWCUZTG7JIY

Il responsabile GameStop del Massachussetts ha dichiarato di aver ricevuto il via libera dal governo, tuttavia se bisogna ricorrere alle direttive spiegate sopra per garantire la sicurezza dei dipendenti e dei clienti, forse era meglio restare chiusi un po' di più, non credete anche voi?.

Fonte: BostonGlove

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Marcello Ruina

Marcello Ruina

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza