Neversong ha avuto un lancio piuttosto particolare: lo sviluppatore ha regalato per sbaglio 3500 key a ogni backer

Giusto qualche intoppo.

Nella giornata di ieri vi avevamo annunciato il lancio di Neversong, il nuovo progetto di un creativo, Thomas Brush, che aveva già attirato l'attenzione con la sua opera prima Pinstripe.

Ebbene, a quanto pare il lancio ha avuto un po' di problemi ed a spiegarli è proprio il creatore del gioco. Innanzitutto lo sviluppatore ha avuto un episodio di sinusite, che non è mai piacevole. Secondariamente, Brush ha spedito inavvertitamente 3500 key a ciascuno dei suoi sostenitore di Kickstarter. "Tutti hanno ricevuto un file di testo con 3.500 chiavi Steam", afferma Brush nel video. "Quindi potete immaginare che la mia casella di posta è esplosa, con messaggi di persone molto gentili e oneste che dicevano: 'Amico, mi hai appena inviato tutte queste chiavi. Vuoi che le conservi?'".

La buona notizia tuttavia è che Steam consente di staccare la spina a tutte le key e quindi, dopo essersi ripreso da un attacco di panico, lo sviluppatore ha cancellato tutti i codici. Sfortunatamente è stato proprio in quel momento che Brush ha iniziato a non sentirsi bene, arrivando alla conclusione di avere un brutto attacco di sinusite. Fortunatamente, nonostante lo shock iniziale, Neversong ha fatto abbastanza bene nel suo giorno di lancio, guadagnandosi un posto nella lista dei "consigli della community" di Steam. Verso la fine del video lo sviluppatore ha dichiarato che Neversong ha raddoppiato i numeri di lancio del suo gioco precedente, il platform 2017 Pinstripe.

never

In Neversong vestirete i panni di Peet, il quale è alla disperata ricerca della sua ragazza e si ritroverà di fronte al grottesco mondo di Neverwood tra zombie, mostruosità assortite e misteri da svelare.

Fonte: PC Gamer

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Claudia Marchetto

Claudia Marchetto

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Ghost of Tsushima e il concetto di spada? Estremamente letali, non sono dei 'tubi'

Il creative director Nate Fox parla di uno degli aspetti fondamentali del gioco.

ArticoloThis is the Zodiac Speaking - prova

Punch Punk Games ci porta alla scoperta di uno dei più iconici serial killer della storia americana.

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza