Don't Get Caught, il gioco per Nintendo Switch che chiede di masturbarsi senza essere visti è stato rimosso

La scheda del gioco è stata "un incidente".

Il controllo qualità dei giochi per Nintendo Switch sull'eShop deve essere rivisto, dato che ci sono alcuni titoli alquanto discutibili che vengono pubblicati all'interno del negozio digitale. Tuttavia, questo dibattito è stato portato a un nuovo livello, vista l'apparizione sul sito di Don't Get Caught, un gioco che vi incarica di masturbarvi sul sedile posteriore di un'auto senza essere scoperto.

Inizialmente il titolo doveva essere lanciato il 13 luglio, con tanto di descrizione che recitava: "un gioco stealth in prima persona sciocco e spaventoso in cui ci sarà una svolta". La descrizione avvertiva anche che il gioco "include scene di attività sessuali che sono inadeguate per il pubblico più giovane". Parliamo al passato perché Nintendo ha deciso di rimuovere il gioco.

A quanto pare è stato semplicemente uno spiacevole incidente. Viene da chiedersi in che modo sia un incidente l'inserimento di un gioco all'interno dell'eShop creato apposta per Nintendo Switch, ma probabilmente non sapremo mai la risposta. Ad ogni modo, di seguito potete dare uno sguardo al video dedicato a questo titolo di (non più) prossima uscita.

Attualmente lo sviluppatore non ha ancora fatto nessuna dichiarazione a riguardo: rimanete sintonizzati con noi per ulteriori informazioni.

Fonte: VG247

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Claudia Marchetto

Claudia Marchetto

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Half-Life: Alyx usato per insegnare agli studenti durante il lockdown? Incredibile ma vero

Il titolo di Valve come strumento educativo durante l'emergenza Coronavirus.

PS5 faticherebbe con i 1080p e 60 fps nei titoli multipiattaforma

Per un noto insider ci sarebbe una netta differenza di potenza con Xbox Series X nei multipiattaforma.

ArticoloLa grafica di PS5 e Xbox Series X gli si sta ritorcendo contro - editoriale

Colpa dello streaming, colpa del COVID-19. Ma resta il fatto: Sony e Microsoft, oggi, non riescono a comunicare la next-gen.

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza