Xbox oltre Xbox Series X e le console: Phil Spencer guarda a Project xCloud per superare un mercato 'limitato'

Lo streaming è sempre più importante per Microsoft.

Tra interviste, presenze ad eventi e qualche dichiarazione leggermente al veleno, non si può di certo affermare che Phil Spencer se ne stia con le mani in mano in questi mesi che ci separano dal lancio ufficiale di Xbox Series X (e ovviamente di PS5). Il capo della divisione gaming di Microsoft è l'uomo simbolo di quello che potrebbe essere un nuovo corso che vuole colmare con decisione un gap con PlayStation che sotto diversi aspetti si è rivelato piuttosto palpabile nella generazione PS4/Xbox One (dopo una Xbox 360 che aveva invece fatto grandissime cose).

Il futuro del colosso di Redmond è ovviamente Xbox Series X (e forse Xbox Series S/Lockhart) ma allo stesso tempo Spencer e soci si stanno muovendo su più fronti tra cui lo streaming e il già molto interessante Project xCloud. In una recente intervista con Games Industry, Spencer ha proprio discusso dell'importanza dello streaming e di come si tratti di un mezzo per andare oltre un mercato, quello console, intrinsecamente limitato.

"Dobbiamo raggiungere tutti i luoghi dove le persone potrebbero voler giocare e la nostra strategia con xCloud ci permette di farlo. Qualsiasi luogo, qualsiasi dispositivo le persone vogliano sfruttare per giocare a un titolo Xbox, vogliamo essere in grado di garantire questo. Le console cosa rappresentano? Un mercato da 200 milioni di unità complessive? Ha le sue aree di influenza ma ci sono aree dove le console non saranno mai una forma dominante per le persone che vogliono videogiocare. Attraverso tecnologie come il cloude e xCloud saremo capaci di prendere questi giochi e renderli disponibili a nuovi giocatori".

Microsoft sta discutendo approfonditamente con molte aziende di device per garantire un ampio supporto a xCloud secondo quanto dichiarato da Spencer senza scendere nei dettagli. Allo stesso per il buon Phil è molto importante garantire possibilità mai viste prima per i creatori di contenuti.

"Per i creatori si tratta semplicemente di costruire il gioco che avevano comunque avuto intenzione di creare sulla piattaforma su cui stavano lavorando per anni e allo stesso tempo trovare milioni e milioni di nuovi acquirenti senza sforzi. Questo è davvero entusiasmante per gli studi".

Spencer continua quindi a lavorare per portare i prodotti Xbox davvero ovunque con xCloud e i servizi (Game Pass) che saranno fondamentali in questa strategia. È questo il futuro del gaming?

Fonte: GameSpot

Vai ai commenti (18)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Half-Life: Alyx usato per insegnare agli studenti durante il lockdown? Incredibile ma vero

Il titolo di Valve come strumento educativo durante l'emergenza Coronavirus.

PS5 faticherebbe con i 1080p e 60 fps nei titoli multipiattaforma

Per un noto insider ci sarebbe una netta differenza di potenza con Xbox Series X nei multipiattaforma.

ArticoloLa grafica di PS5 e Xbox Series X gli si sta ritorcendo contro - editoriale

Colpa dello streaming, colpa del COVID-19. Ma resta il fatto: Sony e Microsoft, oggi, non riescono a comunicare la next-gen.

Commenti (18)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza