Razer Zephyr, la mascherina RGB hi-tech è in fase di beta test

Project Hazel prende vita.

La mascherina protettiva Project Hazel RGB di Razer si chiama ufficialmente Zephyr e la società ora accetta le iscrizioni per coloro che sono interessati a testarla prima del suo lancio.

Razer ha condiviso la notizia su Twitter, confermando che Razer Zephyr è l'ultima evoluzione del suo purificatore d'aria indossabile.

Zephyr è progettata per essere "sicura, sociale e sostenibile", con "una sicura guarnizione facciale in silicone e un rivestimento antiappannamento". Per chi è interessato ad iscriversi, tutto ciò che deve fare è andare alla pagina Community Beta Test e inserire il proprio nome, paese, e-mail, social media e una breve spiegazione del motivo per cui desidera partecipare al test.

Razer ha presentato per la prima volta questo concept di mascherina RGB al CES 2021 a gennaio e ha confermato che stava diventando un prodotto reale a marzo 2021. Razer Zephyr è ancora prevista per il lancio quest'anno, ma il CEO Min-Liang Tan ha avvertito che potrebbe essere disponibile in quantità limitata all'inizio.

Razer Zephyr è un "respiratore chirurgico N95" e ha un'elevata resistenza ai fluidi per proteggere da grandi gocce e schizzi. Presenta inoltre un design chiaro e trasparente che consentirà agli altri di vedervi parlare e di cogliere più facilmente i segnali del viso. La sua tecnologia Voiceamp garantirà anche che le vostre parole non siano attutite grazie alla combinazione di microfono e amplificatore integrati.

La mascherina supporta anche filtri sostituibili, ventilatori ricaricabili, viene fornita con una custodia di ricarica wireless con sterilizzatore UV, è pensata per l'uso quotidiano e può sfruttare 16,8 milioni di colori e una suite di effetti grazie a Razer Chroma RGB.

Fonte: IGN.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Articolo | Evoluzione della morte e del game over nei videogiochi

Il fail state nei videogiochi: ecco alcune delle meccaniche più innovative.

Videogiochi, sessismo e razzismo: 'le molestie online contro donne, neri e asiatici continuano a crescere'

Un sondaggio rivela una preoccupante crescita di sessismo e razzismo nei videogiochi online.

God of War Ragnarok: Angrboda di colore? Spuntano lamentele ma Santa Monica Studios non ci sta

God of War Ragnarok non è ancora uscito e già iniziano le polemiche sterili.

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza