Kena: Bridge of Spirits imminente e gli sviluppatori ci raccontano come nata la protagonista

Kena: Bridge of Spirits sbarcher su PC e PlayStation la prossima settimana.

Ember Lab lancerà Kena: Bridge of Spirits la prossima settimana. Nel gioco, vestite i panni di Kena, una giovane guida spirituale che si reca in un villaggio abbandonato alla ricerca di un sacro santuario nel quale dovrà aiutare gli spiriti erranti intrappolati. In vista dell'uscita, il team ci ha raccontato come è nata la protagonista del titolo per PC e PlayStation.

I design originali dei personaggi di Kena sono stati creati da Wanchana "Vic" Intrasombat. È stato uno stretto collaboratore dei progetti commerciali dello studio in passato.

"I primi schizzi ritraevano una ragazza molto giovane" afferma Hunter Schmidt, Animation Director di Ember Lab. "Man mano che la meccanica e la storia si evolvevano, ci siamo resi conto che doveva essere molto abile e che il suo lavoro come guida spirituale le avrebbe richiesto di attingere a più esperienza di vita quando aiutava gli altri personaggi della storia. Gradualmente è diventata più grande".

Kena è stata realizzata per la prima volta in 3D da Rodrigo Gonçalves. "Ha costruito il modello prototipo e in seguito ha continuato a perfezionare ed esplorare tecniche in tempo reale per vari dettagli come i suoi capelli. Abbiamo anche collaborato con Carlos Ortega, che molti venerano per il suo lavoro sui personaggi 3D".

51476944288_d50191b4a1_o
51476944418_bf04853ed7_h
51477624125_f8455fd3a3_h

"Abbiamo cambiato parecchio nel corso del progetto, aggiungendo più texture ed esplorando le tecniche che avevamo visto in altri incredibili giochi. Per i capelli, alla fine abbiamo trovato una miscela tra una geometria solida, che potrebbe dare forme molto chiare e catturare bene la luce, e tecniche per mostrare i dettagli delle singole ciocche di capelli fornendo qualche variazione e imperfezione in più. Un'attenzione simile è stata data all'abbigliamento, aggiungendo diversi modelli di tessuto e persino alcuni bordi consumati".

"Amiamo i dettagli e sono presenti in tutti gli aspetti del gioco. L'usura dei vestiti comunica esperienza e avventura. Il bastone che porta e le varie decorazioni sui vestiti riflettono una riverenza per la tradizione e una devozione per uno scopo più grande".

"Gran parte della personalità di Kena è trasmessa attraverso il modo in cui si muove e agisce. Lo scopo del gioco e della storia era molto più ampio dei nostri progetti passati. Questo ha rappresentato una sfida entusiasmante nella creazione di espressioni con più ampiezza e profondità emotiva. Con molte animazioni in tutto il gioco, abbiamo creato una libreria di espressioni e altri dettagli come le pose delle mani e dei capelli".

"Dare vita al design del personaggio è stato importante per noi, e abbiamo messo molta cura nel movimento dei suoi vestiti e dei suoi capelli. Il vento tra i capelli è diventato un elemento per tutto il gioco, per evocare la sensazione di trovarsi in un villaggio abitato da spiriti, o sulla cima di una montagna. Sebbene abbiamo usato la fisica su altri personaggi del gioco, ogni aspetto del nostro personaggio principale è stato animato a mano".

Fonte: PlayStation Blog.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella pi rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Suicide Squad: Kill the Justice League si mostra nella prima immagine in-game

Suicide Squad: Kill the Justice League far la sua apparizione durante il DC FanDome.

The Good Life di Swery disponibile da oggi, pubblicato il trailer di lancio

Le campagne inglesi di The Good Life aspettano i giocatori.

Articoli correlati...

Raccomandato | Death Stranding: Director's Cut - recensione

Il Grande Messo tornato, pi bello e in forma che mai.

Articolo | Marvel's Guardians of the Galaxy - prova

Ha detto "benvenuto nei Guardiani della Galassia spaccacubi", solo che non ha detto "cubi"!

Raccomandato | Kena: Bridge of Spirits - recensione

Un viaggio che tocca il cuore e lo spirito.

Articolo | BioShock, Rapture, Columbia e...? La rivoluzione narrativa di Ken Levine e Ghost Story Games

“Sono stufo di lavorare 5 anni a un videogioco lineare che viene finito in un weekend”.

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza