Microsoft avverte che il metaverso 'non è come morire e andare in paradiso'

Il metaverso secondo il Presidente Microsoft, Brad Smith.

Dopo le parole del CEO Satya Nadella sul tanto chiacchierato metaverso, è intervenuto anche il Presidente di Microsoft Brad Smith, frenandone un po' gli entusiasmi. Se infatti qualcosa a tema gaming era stato annunciato, su futuri grossi progetti si procede con cautela, anche perché, si tratta di un qualcosa che potrebbe rivoluzionare l'interazione tra il pubblico ma anche quella tra pubblico e servizi. Ma potrebbe anche trattarsi di un clamoroso flop.

In un'intervista a Reuters, Smith si è detto sicuramente stuzzicato, ma anche piuttosto preoccupato. Del resto da quando Facebook Inc. ha cambiato nome in Meta, proponendo un servizio in realtà aumentata, molti sono rimasti interdetti sulla questione privacy.

"Penso che [il metaverso] sarà molto grande... e piuttosto importante", ha detto Smith. "Dobbiamo assicurarci che protegga la privacy, la sicurezza digitale e protegga dalla disinformazione, dalla manipolazione. Abbiamo molto da 'ripulire'. Stiamo tutti parlando del metaverso come se stessimo entrando in una nuova dimensione", ha detto. "Non è come morire e andare in paradiso. Vivremo tutti nel mondo reale con le persone".

Insomma, il sasso è stato lanciato anche se Meta non sarà l'unica azienda a proporre un servizio simile. Il futuro del metaverso è ancora tutto da decifrare.

Fonte: windowscentral.com

Vai ai commenti (1)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Marcello Ribuffo

Marcello Ribuffo

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza