PlayStation Vita: parlano gli sviluppatori che hanno supportato la console fino alla fine

Gli studi che pubblicano ancora giochi per PS Vita nel 2021 discutono della sua irriducibile community.

Le campagne Kickstarter e GoFundMe sono all'ordine del giorno nel settore dei giochi, anche se raramente queste campagne sono responsabili del sostegno di un'intera piattaforma per console. Questo è stato il caso di PlayStation Vita di Sony, il dispositivo portatile più sfortunato del mondo dei giochi. Sviluppatori e publisher dedicati hanno mantenuto in vita la console fino alla fine, con Sony che ha messo l'ultimo chiodo sulla bara di Vita il 20 luglio 2021.

"Ha significato molto per noi... fornire giochi che mirassero a rendere felici le persone piuttosto che vendere milioni di copie sulla piattaforma", ha detto Joseph Brown di Top Hat Studios, parlando del lavoro svolto nel porting di più titoli per PS Vita. "Per noi significa mostrare ai giocatori che teniamo davvero alla community e ai fan".

"A PS Vita è associata una grande community, molto attiva", afferma Andi Han di Top Hat Studios. "A differenza di altre piattaforme in cui i giochi vanno e vengono, PS Vita ha un ecosistema divertente in cui i giochi significano qualcosa per la community quando vengono lanciati e generalmente rimangono nella memoria a causa della loro accessibilità sulla console. Questo è piuttosto raro nell'industria di oggi."

Han non si sbaglia su quanto gli sviluppatori di PS Vita tengano ai loro fan; questa community è stata parte della ragione per il lancio di più giochi, come nel caso di Benjamin Widdowson di Suzaku, sviluppatore dietro Sense: A Cyberpunk Ghost Story, che è stato recentemente pubblicato sulla console nel 2020. "Così tante persone hanno detto che la piattaforma era morta e francamente, senza i fan, Sense poteva non raggiungere l'obiettivo su Kickstarter".

'Vita Island' è il termine usato per fare riferimento alla community di PS Vita e ai fan più irriducibili della console, un riferimento a quanto sia separata dalla community delle altre piattaforme di gioco. In effetti, l'amore di Suzaku per Vita è parte del motivo per cui ha scelto di lanciare il gioco sul dispositivo apparentemente dormiente.

Anche se Suzaku non poteva saperlo, Sense: A Cyberpunk Ghost Story rimarrà l'unica volta che vedrà il suo lavoro su PS Vita, dal momento che il 20 luglio 2021 è stato l'ultimo giorno per presentare un gioco per la certificazione e l'eventuale lancio su PS Vita tramite PSN. Anche se il negozio stesso rimarrà attivo per sempre, gli sviluppatori non saranno più in grado di pubblicare nuovi titoli sullo store digitale.

71kOcbOeLNL._SX679_

La decisione di chiudere i negozi PS Vita, PS3 e PSP è stata una sorpresa per molti nel settore.

Tuttavia non è stata una notizia sorprendente per tutti; lo sviluppatore di UnMetal Francisco Tellez de Meneses, ha affermato di essere stato informato della decisione da Sony un anno prima che accadesse.

"Questo è il motivo per cui UnMetal è stato pubblicato su PS Vita prima di ogni altra cosa: c'era una scadenza", ha detto. "Non ho potuto dire nulla e ho dovuto interrompere qualsiasi cosa stessi facendo sul gioco per concentrarmi sul porting per PS Vita. In effetti, il gioco doveva essere finito, superare il Sony Quality Control ed essere completamente approvato prima della fine del 2020. Questo ha davvero sconvolto i miei piani."

UnMetal è ora disponibile per PS Vita, ma molti sviluppatori non sono stati così fortunati. Lillymo Games ha lanciato tre giochi per PS Vita, ma mentre i suoi prossimi due progetti dovevano arrivare anche sul palmare, le versioni per PS Vita sono state cancellate. Eppure Sony ha comunque permesso al team di acquistare un kit di sviluppo quest'anno, settimane prima del primo annuncio della chiusura del negozio digitale.

PS Vita è stata sostenuta principalmente dalla sua community per la maggior parte della sua vita, e c'era un motivo per cui le persone si sono "affezionate". La sua posizione di successore di PSP al momento del lancio è stata sufficiente per creare una grande quantità di entusiasmo attorno alla console e, nonostante i suoi problemi di prezzo, è stata in grado di impressionare i giocatori.

"Penso che nel complesso abbia fatto più bene agli sviluppatori e agli indie giapponesi che agli sviluppatori occidentali o AAA; lo abbiamo visto chiaramente riflesso con la libreria software", ha affermato Widdowson. "Penso che abbia anche ampliato l'appeal dei giochi indie in molti mercati e in particolare in Giappone."

sonyplaystationvitafirstgames_jpg_1400x0_q85

Mentre Nintendo Switch rappresenta la piattaforma indie preferita di oggi, lo schermo OLED di PS Vita è stato il luogo in cui molti classici indie sono stati lanciati e hanno trovato un pubblico. Guacamelee, ad esempio, è ora un popolare franchise indie dopo il successo del gioco originale, che ha portato a un sequel ben accolto cinque anni dopo, nel 2018.

Sony era molto focalizzata sugli indie durante i primi anni di PS Vita, ma una volta iniziata l'ascesa di PS4, il supporto per PS Vita ha iniziato a rallentare. Quando Sony ha annunciato che avrebbe interrotto lo sviluppo dei giochi PS Vita proprietari nel 2015, sembrava che avesse rinunciato a supportare la piattaforma.

La decisione di non chiudere gli store è arrivata dopo che i fan hanno espresso il loro disappunto, in seguito Sony ha deciso di lasciare aperti i negozi PS3 e PS Vita mantenendo la chiusura del negozio PSP.

PS Vita sarà sempre ricordata dai suoi fan, ma anche dagli sviluppatori che si sono riversati in questo dispositivo per la community. "Oltre ad essere una grande console portatile, è la comunità stessa che ha reso Vita quello che è", conclude De Meneses.

"Mi ricorda la community MSX: un gruppo di seguaci così forti e persone che amano questa console e la mantengono in vita."

Fonte: Gamesindustry.biz.

Vai ai commenti (11)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

PlayStation ha già pronto un 'suo' Xbox Game Pass: il report di Jason Schreier

Sony sta cominciando ad affrontare il competitor con un modello molto simile al Game Pass.

Paper Mario 'l'originale' è il prossimo gioco in arrivo su Nintendo Switch Online + Pacchetto Aggiuntivo

Ecco quando Paper Mario sarà disponibile sulla console ibrida per tutti gli abbonati.

Articoli correlati...

Commenti (11)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza