Pokémon maxi sequestro in Cina: 7,6 tonnellate di carte contraffatte

Pokémon falsi.

Le carte Pokémon sono diventate un oggetto importante e molto richieste dai collezionisti. Alcune di loro sono davvero tanto costose e in questi ultimi anni hanno subito un incredibile aumento di popolarità.

Con il gioco di carte collezionabili Pokémon che gode di livelli di popolarità ancora più alti del solito negli ultimi tempi non sorprende quindi vedere che le merci contraffatte stanno registrando un'impennata. Secondo Yicai Global, un punto vendita affiliato allo stato cinese, i funzionari dell'aeroporto di Shanghai sono riusciti ieri a sequestrare venti scatole di carte contraffatte.

L'enorme numero di carte, che si dice pesi più di 7,6 tonnellate in totale, era presumibilmente diretto nei Paesi Bassi ed era stato spedito da una società situata a Qingdao, una delle principali città nella provincia orientale dello Shandong. Questo carico ha destato i sospetti dei doganieri, perché i pacchi non riportavano alcun marchio, ma semplici sigle. Alcuni in particolare mostravano le lettere "PK" e trasportavano migliaia di carte Pikachu.

In Cina, il marchio Pokémon è protetto da copyright. L'esportazione di prodotti contraffatti viola quindi le leggi del paese. Non si conosce ancora la condanna incorsa dai soggetti all'origine dell'operazione.

Fonte: Kotaku

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza