Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

EA F2P: giochi da $60? Sfruttamento

"Il futuro appartiene ai F2P".

Vendere giochi che costano 60 dollari equivale a sfrutatre i consumatori, secondo il responsabile della divisione free-to-play di Electronic Arts.

Nel corso di un'intervista concessa a Rock Paper Shotgun, Ben Cousins, general manager di Easy Studios, ha spiegato che permettere l'accesso gratuito al gioco prima di chiedere al consumatore di spendere i suoi soldi è invece un approccio più ragionevole.

"Non riesco a pensare a una forma maggiore di sfruttamento di quella che impedisce l'accesso a tutti i contenuti se non si pagano 60 dollari. Questo modello di business è estremamente duro, se si pensa in modo oggettivo".

"Noi vogliamo che tutti provino il gioco, poi ne valutiamo il successo. Se gli utenti non trovano il titolo di loro gradimento possono andarsene e non hanno perso niente".

Secondo Cousins il futuro non sarà legato a una piattaforma in particolare e i giochi saranno per lo più "gratuiti con profonde esperienze multiplayer".

La beta del prossimo gioco di Easy Studios, Battlefield Play4Free, inizierà il 4 aprile.

Commenti