Metal Gear Solid 3: Subsistence

Quale sarà il futuro di Metal Gear Solid? Ecco le quattro possibili scelte di Konami - editoriale

Riavvicinarsi alla fanbase è ancora pensabile? Noi crediamo di sì.

La separazione tra Hideo Kojima e Konami è stata oggetto di articolate discussioni per lungo tempo. Quella che a tratti è apparsa come una questione religiosa, ha visto contrapporsi due schieramenti ben distinti fino a rassomigliare alla guerra fantasma fra Big Boss e i Patriots di Zero. La battaglia però non si è combattuta a colpi di testate nucleari o di operazioni spionistiche in territorio ostile: le "zone di guerra" erano piuttosto da ricercarsi nei siti della stampa specializzata o in calce ai post dei profili social di Kojima e Konami.

Che i film tratti dai videogiochi siano generalmente di bassa qualità è purtroppo un dato di fatto nonostante alcuni piccoli miglioramenti negli ultimi anni e delle produzioni quanto meno degne di arrivare sul grande schermo. La "maledizione" di questo tipo di produzioni si può spezzare? Jordan Vogt-Roberts ci proverà con il film di Metal Gear Solid.

Konami vuole lanciare il pachinko di Metal Gear Solid?

Spunta il marchio "Big Boss" per le note macchine da gioco nipponiche.

L'addio di Hideo Kojima a Konami lascia un grande punto interrogativo sul futuro della serie Metal Gear Solid, e le paure che questa venga abbandonata sono ancora vive nei fan, nonostante la recente smentita della compagnia giapponese.

A Kojima "piacerebbe" un Metal Gear con The Boss

Il dev nipponico non teme un protagonista femminile.

Durante l'evento per i venticinque anni della serie Metal Gear, Hideo Kojima ha mostrato interesse per la creazione di un titolo completamente dedicato alla figura di The Boss, il mentore di Big Boss nonché uno dei personaggi femminili più forti nel mondo dei videogiochi.

Metal Gear Solid e i remaster - analisi tecnica

Digital FoundryMetal Gear Solid e i remaster - analisi tecnica

Digital Foundry analizza la Collection in HD e Snake Eater su Nintendo 3DS.

Riverita da molti come una delle migliori serie mai realizzate, quella di Metal Gear Solid è a tutt'oggi considerata come uno dei migliori esponenti di ciò che PS2 e PSP riuscirono a proporre all'epoca del loro massimo fulgore.

Dopo una lunga attesa sono finalmente arrivate le versioni remasterizzate di Sons of Liberty, Snake Eater e Peace Walker, pronte per essere giocate non solo su PlayStation 3 ma anche su Xbox 360. Konami ha fatto i compiti a casa o siamo di fronte al solito remaster frettoloso? Con questa Digital Foundry cercheremo di scoprire quale dei tre titoli ha guadagnato di più nel passaggio da una generazione all'altra.

Abbiamo iniziato l'analisi con una compilation di filmati in alta risoluzione di MGS2 ed MGS3 che testimoniano il lavoro svolto da Bluepoint Games, mentre i ragazzi di Genki si sono occupati del non facile compito di portare Peace Walker da PSP alle console della generazione attuale.

Leggi altro...