Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Bobby Kotick criticato dai dipendenti di Activision Blizzard nell'ultima riunione: 'nessuna rassicurazione'

Continua lo scontro dipendenti - CEO in Activision Blizzard.

La mattina del 20 gennaio, il CEO di Activision Blizzard, Bobby Kotick, ha tenuto una riunione interna per affrontare le preoccupazioni dei dipendenti sull'acquisizione di Microsoft. Tuttavia, secondo un rapporto del Washington Post, i dipendenti hanno criticato il CEO.

La riunione, che si è svolta in videoconferenza, è durata solo 16 minuti invece dei 30 minuti fatturati. Kotick è arrivato con sette minuti di ritardo e non ha risposto alle domande presentate dai dipendenti prima della riunione. Invece di affrontare le preoccupazioni dei dipendenti in merito all'acquisizione e alla causa per molestie sessuali in corso, ha discusso dell'interesse di Microsoft per il metaverso.

"Posso dirvi che il mio impegno per l'azienda è di rimanere nel mio ruolo", ha detto Kotick. "Una volta concluso l'accordo, ciò che ho impegnato con Microsoft è che rimarrò il tempo necessario per garantire una grande integrazione e una grande transizione".

I dipendenti ritengono che ciò suggerisca che Kotick non rimarrà in azienda una volta completata l'acquisizione, ma rimarrà in carica fino a che tutta la transazione non verrà effettuata. "Ha paragonato Activision come qualcosa di importante quanto i suoi figli e sento che non lascerà l'azienda", ha detto un dipendente anonimo al Washington Post. "Non c'è stata menzione dello sciopero, della causa o di uno qualsiasi dei problemi in corso, poteva anche non esserci alcuna sessione di domande e risposte. Avremmo potuto leggere un comunicato stampa e dormire altri 15 minuti".

Kotick ha anche affermato che "la transizione sarà agevole perché Microsoft è impegnata a cercare di trattenere il maggior numero possibile di persone", facendo preoccupare così i dipendenti per eventuali licenziamenti in futuro.

Fonte: IGN

Commenti

More News

Ultimi Articoli