Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Microsoft acquista Activision Blizzard per quasi $70 miliardi, una cifra criticata aspramente dal capo della Banca Mondiale

Dopo l'accordo Microsoft Activision 'qualcuno pensi ai bambini!'

68 miliardi di dollari circa, non sono certo uno scherzo e soprattutto, non passano inosservati. L'acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft ha destato scalpore per tanti motivi, nonostante poco tempo fa, per le stesse cifre, Disney acquistava Fox. C'è chi ha la memoria corta insomma e c'è da chiedersi, in maniera piuttosto lecita, se questi numeri abbiano una parvenza di eticità.

Il mondo che ci circonda è in crisi, esacerbata dalla pandemia e con cifre del genere si potrebbero risolvere parecchi problemi, è inutile girarci intorno. Ed è questo che avrà pensato il capo della Banca Mondiale David Malpass, che non ha preso allegramente la nuova acquisizione, soprattutto considerati i 23,5 miliardi di dollari destinati all'Associazione per lo sviluppo internazionale che ora sembrano spiccioli.

Durante un evento virtuale del Peterson Institute for International Economics, Malpass è dunque intervenuto sull'acquisizione:

"Dovresti chiedersi: 'Aspetta un minuto, questo è il miglior modo di spendere un capitale?'. Questo andrà a finire nel mercato delle obbligazioni [...] Ciò crea una situazione in cui un'enorme quantità di capitale viene allocata in parti del mondo già ricche andando a costruire ancora e ancora sulla sommità di infrastrutture e immobili già esistenti".

Ovviamente è tutto ampliamente condivisibile, ma è anche abbastanza retorico. Non è la prima acquisizione multimiliardaria e non sarà certo l'ultima. Microsoft ─ come altre ─ è anche un'azienda privata, ed è corretto chiedere a privati di risolvere i problemi del mondo? Si sta già facendo molto, ma il tutto è talmente complicato che non basta certo fare qualche investimento per risolvere la situazione.

Fonte: reuters.com

Commenti

More News

Ultimi Articoli