Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

American McGee svilupperà i prossimi giochi dalla sua barca a vela?

Chiude i battenti lo studio Spicy Horse.

Lo studio Spicy Horse, fondato dal folle e geniale American McGee a Shanghai, ha chiuso ufficialmente i battenti dopo dieci anni di sviluppo e dieci videogiochi creati.

Ad annunciarlo è stato proprio il suo fondatore, che tra i giochi prodotti in questi anni, sotto l'etichetta Spicy Horse, ha citato American McGee's Grimm, Alice: Madness Returns e le applicazioni mobile The Gate e Critter Academy.

Anche se Spicy Horse ha chiuso come studio, la compagnia in sé continuerà ad esistere e American McGee ha in piano di continuare a sviluppare giochi indipendenti sotto questo brand.

Lo sviluppo potrebbe avvenire proprio durante il curioso viaggio da lui organizzato, chiamato Pirate Jam.

In sostanza, si tratta di un viaggio di dieci giorni in barca a vela nel Mare delle Andamane, di fronte alla Birmania. Nelle soste sulla terra ferma gli sviluppatori coinvolti parteciperanno a vere e proprie Game Jam di cinque ore al giorno.

Infine, American McGee ha ricordato che la proprietà intellettuale di Alice appartiene ad Electronic Arts e di conseguenza dipende solo dal produttore americano il futuro della serie.

A proposito dell'autore
Avatar di Pier Giorgio Liprino

Pier Giorgio Liprino

Contributor

Per far felice Pier Giorgio basta parlargli di politica, scienza e videogiochi. A questi ultimi s'è avvicinato da bambino giocando ad Age of Empires 2 e da allora è rimasto un appassionato PC gamer, con uno sguardo attento alle console.

Commenti