Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Street Fighter x Tekken PS Vita - prova

Eurogamer testa l'unico picchiaduro presente all'evento!

Da questo Captivate vi aspettavate l'annuncio di Darkstalkers? Siete stati "trollati" da Ono, che su Twitter ha scritto di aver annunciato un "nuovo" picchiaduro? Siamo spiacenti di deludervi, perché l'ormai ex-producer di Street Fighter è stato presente all'evento solo per Street Fighter x Tekken per PS Vita.

Ono ci è sembrato in forma ma evidentemente è ormai consumato dai numerosi tour di presentazione del gioco, un po' come se avesse fatto ricorso al potere del Pandora Mode. Chi avrà sacrificato per vivere 10 secondi in più da leone?

Elena torna direttamente da Street Fighter III in compagnia di Dudley, per seminare il panico a colpi di overhead.
Anche se entrambe usano la Capoeira, Elena e Christie hanno un gameplay profondamente diverso.

In ogni caso, per l'occasione Capcom ha organizzato una sorta di mini-torneo con in palio diversi goodies relativi al gioco che, naturalmente, ci siamo aggiudicati con estrema soddisfazione. Tralasciando questi dettagli, comunque, com'è la versione PS Vita di Street Fighter x Tekken? Contiene qualche caratteristica interessante?

Per prima cosa Ono ha tenuto a rassicurare la platea parlando delle future patch che verranno realizzate per bilanciare il gioco, assicurando che, come già accade con Super Street Fighter IV AE, anche in questo caso Capcom offrirà un supporto costante. La prima patch, disponibile a partire da oggi, elimina le combo infinite e risolve i problemi del sonoro durante le partite online.

Oltre a questo, poi, l'aggiornamento gratuito comprenderà il Tournament Mode, più di 60 gemme extra, nuovi slot dove inserire i potenziamenti e la possibilità di analizzare a fondo i Replay. Francamente siamo un po' spaventati dalle nuove gemme, visto che a nostro modo di vedere rischiano di sbilanciare ulteriormente il gioco.

"Ono ha tenuto a rassicurare la platea che Capcom offrirà un supporto costante"

Una gemma, per esempio, permetterà di allungare la durata del Pandora da 10 a 20 secondi. La gemma Ultimate Defense, invece, combinerà auto-block e throw escape in un unico potenziamento. Ogni attivazione richiederà uno slot delle super. Particolarmente interessante, invece, sembrerebbe essere la Expert Input Gem, che in sostanza eliminerà le shortcut e spingerà a un controllo più preciso, utile per coloro che vogliono migliorare la propria manualità con lo stick o il pad.

Sono in arrivo anche sei nuovi colori più uno speciale, anche questi gratuiti, a cui si affiancheranno i pacchetti scaricabili a pagamento per le gemme e i costumi.

Ecco il trailer di Street Fighter x Tekken mostrato al Captivate di Londra.

Tornando a parlare della versione Vita, comunque, la cosa importante è che non ci troveremo fra le mani solo un porting ma una variante che sfrutterà le caratteristiche della console portatile Sony. Per la prima volta sarà possibile il cross play con la versione PS3. Possedendo entrambe le versioni del gioco, inoltre, su PlayStation 3 si sbloccano automaticamente i personaggi extra della versione Vita.

Nel corso della presentazione abbiamo assistito a un esempio di cross play tra PS3 e Vita, che ci ha sorpreso per la sua fluidità. Il touch screen della console portatile Sony potrà essere usato per gestire in modo veloce, facile e intuitivo la personalizzazione dei colori per i vari personaggi, col modello 3D da ruotare semplicemente interagendoci con il dito. Scuotendo la console, poi, si ottiene una colorazione casuale.

Il team formato da Blanka e Sakura compie il difficile viaggio in Antartide alla ricerca del povero Dan.
Dopo la cura Bryan è cambiato profondamente, al punto da sembrare quasi infettato dal T-Virus.

"Le caratteristiche uniche della versione Vita coinvolgeranno il touch screen, il rear touchpad, la telecamera e la funzione Near"

Le caratteristiche uniche della versione Vita coinvolgeranno il touch screen e il rear touchpad durante il gioco, la telecamera per la realtà aumentata e la funzione Near, anche se non sono ancora stati diffusi dettagli al riguardo.

A presentazione finita abbiamo avuto la possibilità di testare a fondo la versione Vita del gioco, provando alcuni dei nuovi personaggi (sfortunatamente non tutti erano sbloccati) e sperimentando un po' i controlli touch.

In sostanza i quattro angoli dello schermo frontale possono essere usati come una sorta di tasti aggiuntivi, che si rivelano particolarmente utili vista la presenza di soli quattro tasti frontali. Assegnando il pugno e il calcio forte ai tasti virtuali del lato destro dello schermo, per esempio, si possono avere tutti e sei gli attacchi base a portata di dita, senza dover ricorrere ai dorsali.

Il touchpad posteriore, invece, se premuto nella sua parte centrale mostra i tasti virtuali del touch screen frontale, mentre le due zone laterali sono associate ad altri due tasti.

Dal punto di vista tecnico la conversione ci è sembrata decisamente all'altezza delle aspettative. Anche se a un primo sguardo ciò che appare su schermo potrebbe sembrare in tutto e per tutto identico alla controparte per PlayStation 3, comunque, è presente qualche differenza qua e là.

In particolare sono i fondali ad esser stati leggermente ridimensionati. Per carità, ci troviamo ancora di fronte ad ambientazioni ricche di elementi animati e siamo ben lontani dalle tristi immagini fisse che abbiamo visto nella versione 3DS di Super Street Fighter IV, ma alcuni elementi particolarmente dinamici della versione PS3, su Vita sono meno esagitati.

Godetevi questi sette minuti di anime dedicati a Street Fighter x Tekken!

A conti fatti, comunque, la versione Vita di Street Fighter x Tekken potrebbe rivelarsi davvero interessante, soprattutto perché, a differenza di quelle uscite sulle altre console, dovrebbe essere completa di tutto, senza richiedere spese ulteriori per essere sbloccata al 100%.

A proposito dell'autore

Avatar di Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Contributor

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Commenti

More Anteprime

Ultimi Articoli