Skip to main content

Among Trees - prova

Un survival game dai toni placidi e totalmente immerso nella natura!

Il mondo dei survival game è vasto e affascinante, ricco di differenti tipologie e perle che hanno fatto da capostipiti. Eppure è ancora un genere in via di espansione che lascia agli sviluppatori un'estrema libertà di esecuzione e un ampio raggio di creatività.

Si tratta di un aspetto che però può presentare, dall'altro canto, una fin troppa varietà di possibilità, lasciando le software house in balia di un abisso di prospettive. Creare un buon survival game può diventare per alcuni, quindi, quasi una sfida.

Ed è quello che è successo allo studio indipendente FJRD, un "micro game studio" come amano definirsi gli stessi sviluppatori, che ha debuttato da poco con il suo primo lavoro, Among Trees. Il titolo è attualmente in pre-alpha, già giocabile in early access, attualmente in esclusiva temporale su Epic Games Store.

La sua natura è piuttosto particolare: non ci troviamo difronte a un survival crudo e duro, ma piuttosto a un'avventura rilassante in mezzo alla bellezza della natura. Il primogenito di FJRD si apre in una foresta nordica, e non abbiamo idea né del motivo per cui siamo lì né quale sia il nostro scopo.

Guarda su YouTube

Durante l'esperienza in early access il nostro compito è trovare una baita abbandonata, farne il nostro rifugio e migliorarla. Il tutto mentre ce ne andiamo in giro a recuperare risorse per potenziare gli oggetti e l'abitazione. Il gameplay rispecchia le meccaniche di base di ogni survival game: esplorare le zone circostanti in cerca di materiali utili, sfamarsi e dormire.

La visuale in prima persona permette al giocatore da un lato di immedesimarsi meglio nell'avventura, dall'altro di godere a pieno del panorama mozzafiato che il luogo offre. Il nostro personaggio dispone inoltre di una stamina da sfruttare per compiere azioni impegnative o corse, che però tenderà a esaurirsi se usata troppo frequentemente.

All'inizio del nostro percorso sarà il gioco stesso a metterci di fronte a una serie di scelte per creare un'esperienza quanto più immersiva e rilassante possibile. L'obiettivo primario di Among Trees è, infatti, creare un'atmosfera idilliaca e coinvolgente. Per questo motivo possiamo scegliere tra due modalità, Standard e Zen.

Quest'ultima non abilita lo spawn di animali feroci, in modo da lasciare al giocatore totale libertà e tranquillità di esplorazione. La modalità classica (che al contrario presenta animali selvatici ostili) ha a sua volta tre livelli di difficoltà, che si differenziano per la frequenza con cui è possibile trovare del cibo.

L'interazione con l'ambiente non è sempre fluida e spesso presenta dei movimenti macchinosi.

A tal proposito lodiamo l'interfaccia user-friendly del menu, chiara e intuitiva. Questa permette di visualizzare, ad esempio, le risorse precise da trovare per apportare eventuali migliorie o costruire eventuali arnesi. O ancora, indica quali cibi siano immediatamente commestibili e quali vadano invece cotti.

A essere però carenti sono i contenuti: per quanto apprezziamo notevolmente il mood rilassante di tutta l'avventura (tanto da renderlo un "chill survival game"), non abbiamo però potuto fare a meno di notare la mancanza di elementi caratterizzanti e la presenza di una certa monotonia nell'avanzare del gioco. Stiamo parlando pur sempre di un titolo in pre-alpha, non interamente completato, che per altro promette fin da subito delle future aggiunte.

È infatti previsto, tra l'autunno 2020 e l'inizio del 2021, un considerevole implemento degli elementi costitutivi e delle possibilità ludiche: nuova fauna e nuova selvaggina, nuove location, cambiamenti atmosferici, animali da compagnia, migliorie nel sistema di pesca, una trama ben costituita e tanto altro che non vediamo l'ora di scoprire.

Dal punto di vista tecnico è evidente che Among Trees non sia un gioco fatto e finito. Sono presenti saltuari cali di framerate, mentre l'interazione con l'ambiente non è sempre fluida come ci aspetteremmo. Spesso, infatti, ci siamo trovati a dover impartire più volte il comando di raccolta di risorse da terra poiché il personaggio non rispondeva immediatamente all'azione.

L'ambiente circostante agisce attivamente al passaggio e alle azioni del giocatore, portando gli animali selvatici a reagire di conseguenza.

Tuttavia, essendo ancora il titolo in sviluppo e non al pieno delle sue potenzialità, non ci sentiamo di penalizzarlo esageratamente per questo aspetto. Gli sviluppatori hanno, inoltre, messo a disposizione dei giocatori un forum in cui riportare eventuali bug, proporre idee e contribuire con il proprio feedback.

Vogliamo infine lodare l'interessante lavoro grafico e scenografico che rende l'atmosfera e il paesaggio i veri protagonisti di questo chill survival game. L'ambientazione nordica, i colori pastello dalle nuance rilassanti e vibranti e una colonna sonora estremamente placida, rendono l'esperienza di gioco immersiva e pacifica, a tratti addirittura riposante.

Perché Among Tress è proprio questo: un gioco mordi e fuggi da gustare in estrema tranquillità, per staccare da una giornata frenetica o, semplicemente, per godere di un panorama mozzafiato.