L'autore che ha fatto causa a Ubisoft difende la propria decisione

"Gli attacchi su Amazon sono inappropriati".

L'autore che ha fatto causa a Ubisoft per aver copiato alcune sue idee inserendole nella trama di Assassin's Creed, difende la propria scelta dagli attacchi di orde di fan arrabbiati.

L'avvocato di John Beiswenger, Kelley Keller, ha detto ai nostri colleghi inglesi che il suo cliente Ŕ legalmente tenuto a proteggere i propri copyright e che non si lascerÓ scoraggiare dalla recente valanga di recensioni negative dei propri libri su Amazon.

"Sappiamo che molti giocatori sono seccati dalla vicenda e dal potenziale ritardo che questa potrebbe causare al lancio del prossimo capitolo di Assassin's Creed, dettaglio che li ha spinti a postare commenti negativi su Amazon e su altri forum in merito al nostro cliente e al suo romanzo Link", ha detto Keller.

"In ogni caso, le leggi del copyright esistono per proteggere gli autori e gli altri creativi da coloro che ne copiano le idee o che creano prodotti che, secondo la legge, sono sostanzialmente simili".

"Gli attacchi su Amazon e le minacce al nostro cliente sono totalmente fuori luogo e privi di valore, in termini legali".

La denuncia di Beiswenger, avviata il mese scorso, sostiene che Ubisoft abbia riciclato elementi della storia di Assassin's Creed dal suo romanzo del 2003 intitolato Link. La richiesta di risarcimento ammonterebbe a 5,25 milioni di dollari e al congelamento dell'uscita di Assassin's Creed 3.

Beiswenger ha individuato numerose similitudini tra i giochi Ubisoft e il suo libro: religione, assassini, battaglia tra bene e male, ma soprattutto il concetto dell'Animus ricorda chiaramente "un dispositivo e un processo che permettono di accedere a memorie ancestrali per ricordarle, riviverle e sperimentarle nuovamente" descritto nel libro.

Quando Ŕ stato chiesto per quale motivo la causa sia partita solo dopo ben cinque anni dall'uscita del primo Assassin's Creed, Keller ha risposto che "la causa Ŕ stata avviata entro i termini previsti dalla legge".

Non sarÓ, per caso, che Beiswenger abbia aspettato pazientemente l'aumento della popolaritÓ di Assassin's Creed in modo da puntare a un risarcimento pi¨ sostanzioso?

Vai ai commenti (10)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti Ŕ un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

Gli sviluppatori di Hitman al lavoro su una nuova IP

Non solo Hitman 3 per IO Interactive.

L'uscita di GTA 6? Secondo un analista Ŕ ancora molto lontana

Non dobbiamo aspettarci a breve un nuovo capitolo dell'amata serie di Rockstar.

Su PokÚmon GO sono diversi i PokÚmon shiny apparsi in tutto il mondo

Il PokÚmon GO Fest di Dortmund sta coinvolgendo allenatori di tutto il mondo.

Articoli correlati...

Commenti (10)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza