All'evento Google's I/O 2014 è emersa una nuova attenzione sul gaming in ambiente Android, con la dimostrazione del processore Tegra K1 di Nvidia a dimostrare la potenza di calcolo delle prossime tecnologie portatili. TK1, che integra la stessa architettura Kepler delle attuali schede video GeForce per PC desktop, è teoricamente dotata di più potenza di rendering delle console last-gen, una caratteristica che Epic ha dimostrato realizzando una nuova demo in tempo reale dell'Unreal Engine 4.

Chiamata "Rivalry" e assemblata riutilizzando alcuni elementi dell'ormai leggendaria demo Samaritan, la nuova produzione si avvale della stessa pipeline di rendering della versione desktop del motore, attualmente utilizzato in progetti per PC, Xbox One e PS4. La demo, che combina l'hardware di Nvidia, il motore di Epic e nuove estensioni di Android, utilizza tecniche d'avanguardia come rendering differito, shading basato sulla fisica, illuminazione image-based, HDR tone-mapping e perfino tessellation nel caso degli effetti di fumo.

L'affermazione che la tecnologia mobile abbia sorpassato gli standard "console" è diventato un cliché negli ultimi anni ma le specifiche del Tegra K1 sono in grado di supportare questa tesi. Il processore è dotato di un SMX (un cluster di 192 core CUDA) che si pensa giri a 950MHz. La GT 640M di cui è dotato il tablet da gioco Razer Edge basato su tecnologia PC desktop possiede due SMX con metà di questa velocità di clock, ed è capace di far girare Crysis 3 a impostazioni migliori delle versioni console. Se vi sembra troppo bello per essere vero, forse lo è: John Carmack afferma che dovremmo "prendere i confronti di Nvidia tra il loro K1 SoC [system-on-chip] con le molle."

L'architettura grafica Kepler di Nvidia e l'Unreal Engine 4 si incontrano in questa dimostrazione assolutamente speciale gestita dal nuovo chipset Tegra K1.

La tecnologia Kepler è collaudata ma i dubbi sulle prestazioni del K1 riguardano la potenza dei core della CPU ARM, l'ampiezza della banda di memoria, la gestione del calore (che può limitare la performance), e ovviamente lo stesso Android. Nonostante le specifiche impressionanti, la console Amazon Fire TV non ci ha impressionato quanto a prestazioni.

Speriamo di poter mettere presto le mani sulla nuova tecnologia: il debutto del Tegra K1 dovrebbe avvenire nel MiPad, un tablet Android che sembra notevolmente simile all'iPad mini con display Retina, i cui benchmark suggeriscono prestazioni raddoppiate rispetto alla tecnologia A7 di Apple. Il prodotto di Xiaomi è stato recentemente visto gestire Trine 2 di Frozenbyte, titolo uscito inizialmente per PC, Xbox 360 e PS3 e poi in versione Wii U, con successiva conversione per PS4.

Google ha tentato di dissipare i dubbi sull'adeguatezza di Android come piattaforma di gaming con la presentazione di Android TV, una nuova ramificazione del sistema operativo progettata per offrire un ecosistema unico per Smart TV ed estensioni come le micro-console.

Razer e Asus stanno lavorando su unità Android da gaming, mentre la stessa Android TV offre una migliore integrazione con gli apparecchi già esistenti e permette ad esempio di utilizzarli come controller o telecomandi, mentre tra le caratteristiche principali future troviamo un'interfaccia utente ottimizzata per HDTV e controllo vocale. La diffusione di Android TV non dovrebbe essere un problema: è stato rivelato che le HDTV di Sony, Philips e Sharp in uscita dal 2015 saranno basate sulla nuova revisione dell'OS.

L'accesso alle build preliminari del prossimo Android, compresa una preview di Android TV, dovrebbe già essere disponibile per gli sviluppatori, in vista della release completa più avanti nell'anno.

Riguardo l'autore

Richard Leadbetter

Richard Leadbetter

Technology Editor, Digital Foundry

Rich has been a games journalist since the days of 16-bit and specialises in technical analysis. He's commonly known around Eurogamer as the Blacksmith of the Future.