Prey for the Gods è un progetto indie piuttosto interessante che a quanto pare ha attirato le attenzione di Bethesda e della sua società madre, Zenimax.

Non per una collaborazione o per una partnership ma per il nome stesso del gioco e per il tentativo di Matter Studios di registrare il marchio. Il contenzioso riportato da Polygon è molto simile a quello che qualche anno fa aveva visto Mojang e Bethesda andare in tribunale per Scrolls, un gioco che cozzava in quel caso con The Elder Scrolls.

A quanto pare Zenimax avrebbe contestato il marchio in questione perché troppo simile a quello di Prey. Questa posizione del colosso ha spinto il piccolo sviluppatore indie a cambiare il titolo in Praey for the Gods.

"Non volevamo farlo ma abbiamo dovuto cambiare il nome del nostro gioco da Prey for the Gods a Praey for the Gods. Fortunatamente abbiamo potuto mantenere il logo ma lo spelling sarà diverso", spiegano gli sviluppatori.

No Matter Studios non è d'accordo con l'opposizione di Zenimax ma non vuole rischiare di andare in tribunale e ha quindi deciso di modificare leggermente il titolo per il bene stesso del gioco.

Cosa pensate di questa vicenda?

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle