Come segnala Eurogamer.net, Treyarch ha finalmente svelato Operation Grand Heist, la nuova stagione di contenuti di Call of Duty Black Ops 4. L'aggiornamento introduce nuove funzionalità nelle modalità Multiplayer, Blackout e Zombie e arriva oggi, 19 febbraio, su PS4, con le versioni Xbox One e PC a seguire.

Operation Grand Heist è la terza operazione per Black Ops 4 dal suo lancio lo scorso ottobre, in seguito a Operation First Strike e Operation Absolute Zero. Nuovi contenuti saranno introdotti per tutta la stagione, che termina ad aprile, e mentre molto è ancora in fase di completamento, Treyarch ha delineato le principali novità in arrivo.

Blackout riceverà una nuova area conosciuta come Ghost Town. La parte di questa nuova location, chiamata Outlaw, è una rivisitazione della mappa Standoff di Black Ops 2. Sotto la città, nel frattempo, c'è Buried, una serie di caverne interconnesse ispirate alla modalità Zombie. Blackout ottiene anche la nuova modalità Hot Pursuit - che aggiunge i veicoli SUV, Muscle Car e PBR. Inoltre, Blackout vedrà una nuova modalità Hardcore più avanti nella stagione, un evento di gioco "top secret" e nuove armi, tra cui la pistola KAP 45 full-auto, Switchblade X9 SMG, Rampage auto-shotgun e Outrider's Sparrow.

Oltre al multiplayer di Black Ops 4, Grand Heist porta nuove armi, oltre al nuovo specialista Outrider. Il multiplayer vede anche la presenza di One in the Chamber e i possessori del Black Ops Pass ottengono due nuove mappe: Lockup e Casino.

Ulteriori modalità Multiplayer sono in arrivo più avanti nella stagione, insieme alle nuove Playlist e versioni alternative delle mappe esistenti con diverse illuminazioni e meteo.

Per tutti i dettagli di Operation Grand Heist potete leggere il post ufficiale di Treyarch. I giocatori Xbox One e PC possono aspettarsi di ottenere molto presto l'aggiornamento.

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Altri articoli da Matteo Zibbo