La magia ci circonda nel nuovo video di WB Games e Niantic, Harry Potter: Wizards Unite, Calling All Wizards. Il titolo è un gioco mobile in realtà aumentata (AR) ispirato al Wizarding World, scopriamo i nuovi dettagli nel comunicato ufficiale.

Co-pubblicato e co-sviluppato da Niantic e WB Games San Francisco, Harry Potter: Wizards Unite sarà targato Portkey Games, etichetta specializzata nella creazione di esperienze videoludiche per dispositivi mobili ispirate alle storie del Wizarding World, e che porranno proprio il giocatore al centro delle avventure ispirate alle storie originali di J.K Rowling.

A seguito di avvistamenti di Nimbus 2000 senza controllo in Australia e di uno Snaso alla ricerca di monete d'oro in una sala giochi, questo video riporta nuovi incidenti di natura magica che si stanno verificando con sempre maggiore frequenza in tutto il mondo.

In Harry Potter: Wizards Unite, ognuno di questi incidenti aumenta pericolosamente il rischio di essere smascherato per il Mondo Magico e i giocatori devono lavorare per risolvere il mistero di questa Calamità come nuove reclute dell' Unità Speciale dello Statuto di Segretezza. I giocatori dovranno esplorare quartieri e città del mondo reale per scoprire misteriosi artefatti, lanciare incantesimi e incontrare animali fantastici e personaggi iconici lungo il loro cammino.

I giocatori possono pre-registrarsi per il gioco su Google Play o sul Galaxy Store per i dispositive Android così da poter essere tra I primi a vivere l'esperienza della magia di Harry Potter: Wizards Unite quando questo sarà disponibile durante l'anno.

Per restare aggiornati su Harry Potter: Wizards Unite, visitate www.wizardsunite.com e iscrivetevi per ricevere le ultime notizie. Potete inoltre seguire il gioco su Facebook, Twitter, Instagram e YouTube

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Altri articoli da Alessandro Baravalle