The Sinking City: gli sviluppatori accusano il publisher di aver piratato il gioco per venderlo su Steam

Continua la polemica tra Frogwares e Nacon.

Continua la polemica tra Frogwares e Nacon, con lo sviluppatore di The Sinking City che ha accusato il publisher di aver piratato il gioco e indotto Steam a caricarlo sulla piattaforma per la vendita.

Frogwares ha accusato Nacon di crackare, hackerare e modificare il codice e il contenuto del gioco e di aver caricato "illegalmente" il gioco su Steam. Frogwares ha ora minacciato nuove azioni legali contro l'azienda che ha negato qualsiasi accusa.

"Quest'ultima azione è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso", ha detto Frogwares.

Frogwares ha anche pubblicato un video a supporto del suo reclamo:

Secondo Frogwares, Nacon ha acquistato una versione di The Sinking City dal rivenditore digitale Gamesplanet, ci ha armeggiato e l'ha caricata su Steam. Questa, ha affermato Frogware, è stata una violazione del contratto.

Frogwares ha studiato la versione attualmente su Steam e ha scoperto che è stata alterata rispetto all'originale presumibilmente acquistata da Gamesplanet.

"Per apportare modifiche, Nacon aveva un solo modo: hackerare il gioco utilizzando una chiave segreta creata da Frogwares, poiché la totalità del contenuto del gioco è archiviata con un sistema di crittografia Epic Unreal Engine", ha detto Frogwares.

"Per essere chiari si tratta di hacking e quando l'hacking ha lo scopo di rubare un prodotto per guadagnare con esso, si chiama pirateria o contraffazione. Per raggiungere questo obiettivo, devono essere coinvolti programmatori con competenze serie. Questo non è un lavoro fai da te, da persone inesperte, questo viene fatto da programmatori che conoscono bene il motore di Unreal".

"Il primo passo di Nacon è stato quello di ottenere la chiave di crittografia, quindi esaminare i file di configurazione e modificarli (a proposito, siamo consapevoli di come hanno messo le mani sulla chiave di crittografia e invieremo i nostri risultati)".

Frogwares continua accusando Nacon di aver tolto al gioco gli elementi identificatori che rivelerebbero la sua origine su Gamesplanet. Le differenze includono la sostituzione del logo Gamesplanet con il logo Nacon, la rimozione del logo Gamesplanet dalla schermata di caricamento, la rimozione della pubblicità di Sherlock Holmes Chapter One - un altro gioco di Frogwares - dalla parte inferiore sinistra dello schermo e la rimozione dell'opzione di menu "altri giochi".

Non ci è voluto molto perché i giocatori che hanno acquistato The Sinking City da Steam la scorsa settimana scoprissero che mancavano alcune funzionalità. Frogwares ha affermato che questa nuova versione ha eliminato gli achievement, "rimuovendo così una caratteristica chiave della community di Steam".

"Nacon ha piratato la versione Deluxe del gioco", ha detto Frogwares. "Questa versione presenta contenuti che sono stati sviluppati dopo l'uscita originale di The Sinking City di Frogwares. Nacon non ha pagato per questo contenuto. Nacon sta quindi rubando contenuti aggiuntivi del nostro gioco che non rientrano nel contratto con loro."

Nacon ha insistito sul fatto che la versione di The Sinking City su Steam contiene solo il gioco base, senza alcun contenuto aggiuntivo.

"Sia estremamente chiaro qui, che abbiamo ancora piena fiducia in Steam e Gamesplanet", ha continuato Frogwares.

"Riteniamo che la versione di Gamesplanet sia stata acquistata legalmente da Nacon tramite il sito Gamesplanet e quindi hackerata. Nacon ha quindi inviato questa versione a Steam che non è stata in alcun modo informata dello stato piratato del gioco. Questa versione è stata quindi offerta da Nacon a tutti i siti di distribuzione legittimi senza che vengano informati che si tratta di una versione pirata".

Frogwares ha anche affermato di sapere chi, esattamente, ci fosse dietro l'"hacking" del suo gioco: un membro dello staff di Neopica, lo studio belga dietro i giochi Hunting Simulator - e filiale di Nacon.

"Nacon ha piratato The Sinking City per ingannare i suoi partner, Steam in primo luogo."

L'azione legale continua e la lotta per The Sinking City ha influenzato anche le versioni console. La versione PlayStation 5, che è stata auto-pubblicata da Frogwares il 19 febbraio 2021, non offre un upgrade da PlayStation 4, versione pubblicata da Nacon.

Nacon ha pubblicato una dichiarazione in risposta al tweet di Frogwares, accusando lo sviluppatore di "fare la vittima".

Ecco la dichiarazione di Nacon:

"Per il lancio di The Sinking City su Steam, pubblicato da Nacon, Frogwares ha postato su Twitter un messaggio esortando i giocatori a non acquistarlo. Ci dispiace che Frogwares continui a interrompere il lancio di The Sinking City. È stato Frogwares che è venuto a Nacon per richiedere un finanziamento per lo sviluppo del gioco, e ad oggi sono stati pagati più di 10 milioni di Euro a Frogwares, che si è affidato ai nostri team di marketing e promozione. Ora che il gioco è stato completamente sviluppato e pubblicato, in gran parte grazie al denaro e al lavoro di Nacon, Frogwares vorrebbe rivedere i termini del contratto a proprio vantaggio. È facile interpretare il ruolo della vittima, ma tutto ciò che vogliamo è che Frogwares rispetti i suoi impegni sia nel contratto che come richiesto dai tribunali".

"Per quanto riguarda il feedback sul lancio di The Sinking City su Steam, questa è una versione ufficiale e completa. Tuttavia, a causa della mancanza di collaborazione con Frogwares, non siamo in grado di integrare funzionalità specifiche di Steam (come gli achievement). Pertanto, questa versione contiene solo il gioco base, senza alcun contenuto aggiuntivo. Nonostante ciò, abbiamo organizzato l'uscita in modo che i fan su Steam possano godersi il gioco".

"Sinceramente avremmo preferito che il nostro rapporto con Frogwares rimanesse cooperativo e rispettoso, come nel caso di tutti gli studi di cui pubblichiamo i titoli".

"Ci auguriamo che molti di voi continueranno a giocare a The Sinking City e che le vostre avventure a Oakmont siano divertenti".

Fonte: Eurogamer.net.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Death Stranding ha un case per PC ufficiale approvato da Hideo Kojima

Il regalo perfetto per un fan del gioco (ma solo in Giappone).

Spiritfarer celebra 500.000 copie vendute e lancia il primo aggiornamento gratuito

Lily è il nuovo personaggio di un titolo che è una piccola gemma.

GTA V lascia a bocca aperta con una mod 4K stupefacente

Un video ci mostra il titolo Rockstar con la mod in azione.

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza