EA distrugge i team acquisiti? In realtà 'non otteniamo abbastanza meriti'

Blake Jorgensen di EA pensa l'opposto ed è molto critico.

Il CFO di Electronic Arts Blake Jorgensen nell'ultima presentazione dei risultati finanziari trimestrali dell'editore ha valutato negativamente il poco merito attribuito a EA per la gestione degli studi che hanno acquisito. Jorgensen celebra l'acquisto di Codemasters e anche il successo di Respawn Entertainment con Apex: Legends che ha generato più di 2 miliardi di dollari.

"Non credo che abbiamo ottenuto abbastanza riconoscimenti per questo, ma Electronic Arts è un gruppo di persone che vogliono davvero lavorare bene insieme. Abbiamo svolto un lavoro eccellente lavorando con altre parti dell'azienda. E quando aggiungiamo gli studi che acquistiamo, lavoriamo bene con loro".

La vera vittoria per EA è Respawn, sviluppatore di Apex Legends. Il gioco ha portato oltre 13 milioni di giocatori attivi settimanali la scorsa stagione, con EA che prevede una "crescita eccezionale" per il battle royale in futuro. L'editore, ovviamente, vorrebbe prendersi la sua parte di merito per questo boom. "Respawn ha ovviamente guidato lo straordinario sviluppo di Apex, ma hanno collaborato molto bene con noi per guidare ciò che è ora: sta arrivando a quasi $ 2 miliardi di fatturato in due anni. È una cosa inaudita nel nostro settore. E non siamo sicuri di ottenere abbastanza riconoscimenti per questo".

ea

Non tutto è stato roseo, purtroppo: negli anni precedenti, EA si era guadagnata una certa reputazione per aver chiuso gli studi che aveva acquisito. Gli ex studi chiusi da EA nel corso degli anni hanno incluso Bullfrog Productions (Theme Park), Black Box Games (Skate), Westwood Studios (Command & Conquer) e lo sviluppatore free-to-play Playfish.

Fonte: VGC

Vai ai commenti (5)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Claudia Marchetto

Claudia Marchetto

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Articolo | Evoluzione della morte e del game over nei videogiochi

Il fail state nei videogiochi: ecco alcune delle meccaniche più innovative.

Videogiochi, sessismo e razzismo: 'le molestie online contro donne, neri e asiatici continuano a crescere'

Un sondaggio rivela una preoccupante crescita di sessismo e razzismo nei videogiochi online.

God of War Ragnarok: Angrboda di colore? Spuntano lamentele ma Santa Monica Studios non ci sta

God of War Ragnarok non è ancora uscito e già iniziano le polemiche sterili.

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza