Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Lenovo Legion Y520 - recensione

Difficile fare di meglio nella fascia dei 1000 euro.

Da quanto Nvidia ha iniziato a commercializzare i chip Pascal di fascia media e medio-bassa, i produttori di notebook si sono fiondati ad aggiornare le loro proposte dedicate alle rispettive linee gaming, sfornando dei modelli davvero niente male dal punto di vista del rapporto prezzo-prestazioni.In particolare, i notebook gaming equipaggiati con l'accoppiata Intel Kaby Lake i7 7700HQ e Nvidia GeForce GTX 1050 risultano molto ricercati e appetibili da parte dell'utenza, visto che offrono una macchina da gioco portatile perfettamente in grado di gestire gli ultimi titoli in Full-HD a un prezzo che ruota intorno ai 1000 euro, talvolta anche scendendo al di sotto di questa soglia.

Lenovo ha rinnovato la sua linea gaming portatile di fascia mainstream lanciando il Legion Y520, un modello disponibile in diverse configurazioni, orientato alla fascia di giocatori attenti al portafoglio ma che non vuole rinuncia alla qualità costruttiva e alle prestazioni. Il nostro sample montava un processore Intel Core i7 7700HQ di settima generazione, abbinato a 16GB di RAM DDR4 a 2400MHz ed una GPU NvidiaGTX 1050 da 4GB GDDR5, ma sono disponibili anche opzioni con processori i5 o GTX 1050 Ti. L'archiviazione è affidata alla combo SSD PCI-E NVMe da 128Gb e hard disk 2,5 pollici da 1tb.

In quest'immagine vediamo tutte le connessioni presenti sul lato sinistro del notebook di Lenovo.

Lo schermo è un 15,6"FHD IPS AntiGlare LED Backlight 1920x1080 che presenta buoni angoli di visuale e colori caldi. Tuttavia, la luminosità non è elevatissima, e l'input lag risulta superiore alla media di categoria, con oltre 36ms grey to grey. Il sottosistema audio è affidato a due altoparlanti 2x2W Harman Kardon con certificazione Dolby ed il volume risultate è abbastanza elevato con bassi discretamente potenti.Nella confezione non abbiamo trovato nessun accessorio oltre all'alimentatore da 135W.

Lo chassis è molto compatto e sottile (26mm), ed anche per via dell'adozione della combo SSD+Hard disk non troviamo il lettore ottico a bordo. I materiali usati per il telaio sono di plastica rigida satinata che non trattiene le impronte, e la sensazione al tatto è di solidità, anche se altri produttori offrono telai più pregiati in alluminio. Non mancano le opzioni di connessione, con due porte USB 3.0 , una USB 3.1 Type-C Gen 1, un lettore di card SD e output HDMI sul fianco destro del telaio, e un'altra USB 2.0 sul fianco sinistro che fa compagnia ai jack separati per cuffie e microfono, alla porta ethernet ed al jack per l'alimentazione di rete. Trovate una panoramica dettagliata sull'aspetto del notebook nel video di unboxing qui in basso.

Dal punto di vista prestazionale, ci aspettavamo che questo Lenovo si comportasse in linea con l'Asus ROG GL553VE che avevamo testato recentemente, visto che, eccezion fatta per la presenza della GTX 1050 al posto della 1050 Ti, e dell'SSD NVMe al posto del modello SATA dell'Asus, i componenti hardware sono praticamente i medesimi. Tuttavia, durante i nostri test con il ROG avevamo riscontrato dei seri problemi di throttling della CPU che limitavano non poco le prestazioni, specialmente durante l'esecuzione dei giochi per via del calore aggiunto generato dalla CPU.

Lo stesso fortunatamente non accade con il Legion Y520, in gran parte per via dell'adozione di un sistema di raffreddamento nettamente più efficiente con doppia ventola e heatpipe in rame, come potete vedere in foto. L'unica differenza nella componentistica sta nella GPU, ma la 1050 base non genera chissà quale calore in meno rispetto alla più performante 1050 Ti, anzi il TDP è praticamente identico.

Il nostro unboxing del Lenovo Y520.

Ne consegue che durante i benchmark di applicativi e giochi 3D (di cui potete vedere in dettaglio i risultati nella galleria dedicata) la CPU è riuscita non solo a mantenere la frequenza nominale, ma anche quella di boost su tutti e quattro i core, pari a 3,4 GHz (3,6GHz in dual-core e 3,8GHz in single core).Nonostante sulla carta i giochi dovrebbero andare meglio sulla 1050 Ti dell'Asus ROG, la maggiore velocità della CPU non fa da collo di bottiglia su questo modello Lenovo, ed i risultati dei test che abbiamo messo a confronto ne sono la conferma. Grazie inoltre alla presenza del SSD PCI-E Samsung 960 Evo, disponibile in vari tagli sulle diverse configurazioni, il caricamento di sistema operativo e dei vari applicativi risulta rapidissimo, conferendo al computer una reattività che difficilmente è possibile trovare su macchine di questa fascia di prezzo.

Particolarmente apprezzabile è il sistema di raffreddamento, basato su un sistema a doppia ventola e dissipatori in rame posti sul retro che permettono un ottimo scambio termico. Anche durante questa torrida estate, le temperature non sono mai andate oltre i 70 gradi su CPU e GPU durante i carichi più intensi come i benchmark sintetici e i titoli che abbiamo provato, ed il telaio rimaneva abbastanza fresco al tatto. Ed è inoltre possibile impostare il raffreddamento estremo tramite il Software preinstallato Lenovo Nerve Center, che spinge le ventole a pieno regime assicurando temperature decisamente fresche appena inferiori ai 60 gradi al prezzo di un aumento di rumore nemmeno troppo eccessivo, sempre intorno ai 50dB. Non che la GTX 1050 sia una scheda difficile da dissipare, ma l'ASUS ROG GL553 che avevamo testato recentemente montava hardware analogo e non riusciva a smaltire correttamente il calore generato.

Immergendoci nel cuore della nostra recensione, abbiamo messo alla prova il Legion con diversi applicativi e benchmark sintetici. La nostra solita suite di applicativi include CrystaldiskMark, PC Mark 8, Winrar e Cinebench R15, mentre i sintetici sono costituiti dalla suite Futurmark 3DMark, e dal trio Unigine Heaven, Valley e il nuovo Superposition. Il Lenovo Legion si è comportato piuttosto bene, risultando una macchina dall'ottimo rapporto potenza-prezzo-dimensioni.

Ecco un grafico coi risultati dei benchmark nei giochi a 1080p, confrontati a quelli dell'ASUS ROG GL553VE con 1050 Ti e dell'HP Omen con GTX 1070. Le prestazioni ci sono senza dubbio.

Nei giochi 3D abbiamo lanciato la nostra solita suite composta da Overwatch, DOOM, The Witcher 3, Ashes of the Singularity, Crysis 3 e GTA V, e tutti sono risultati più che giocabili a 1080p e dettagli alti/ultra. Abbiamo confrontato i risultati con quelli ottenuti dall'ASUS ROG GL553VE equipaggiato con GTX 1050 Ti e con l'HP Omen dotato di GTX 1070, e trovate i risultati nella galleria benchmark. Abbiamo anche effettuato con successo l'overclock della scheda video, ottenendo 300 punti in più in 3DMark Fire Strike, aumentando di 100MHz il Core e 150MHz la memoria, senza ottenere aumenti visibili delle temperature.

Passando ai punti deboli di questo laptop, tocca citare sicuramente la batteria da tre celle e la tastiera. La prima è appena sufficiente e si esaurisce abbastanza velocemente anche nella semplice navigazione (appena quattro ore), specialmente se la luminosità dello schermo è impostata al massimo, mentre a pieno carico non si arriva neppure a un'ora. La tastiera è retroilluminata di colore rosso e si può impostare in due intensità o spegnere, mentre la distanza tra i tasti è di 1,7 millimetri. Ciò rende il Legion Y520 preciso nella scrittura ed utile quindi anche ad ambiti office, ma nell'ambito gaming manca sicuramente di una marcia in più, risultando parecchio anonima.

Ostica ma non impossibile è la manutenzione del notebook. Per accedere ai componenti bisogna svitare le tredici viti che sigillano il coperchio inferiore e a quel punto avremo accesso a SSD, Hard Disk, ai due slot di RAM, al dissipatore, alla batteria CMOS e alla batteria. Avremmo preferito uno sportellino veloce almeno per la RAM come avviene in altri modelli di pari fascia, ma comunque la manutenzione non risulta un'operazione riservata a pochi.

Qui vediamo una foto della scocca inferiore. Le generose prese d'aria permettono un buon ricircolo d'aria.

Tirando le somme, il Lenovo Legion Y520 è un ottimo notebook gaming di fascia medio-bassa. Equilibrato, leggero e con un ottimo sistema di raffreddamento, è in grado di gestire agevolmente tutti i carichi di produttività più elevati grazie al potente Intel i7 7700HQ, ai 16GB di DDR4 e all'SSD PCI-E. La GTX 1050 riesce a far girare senza problemi tutti i titoli moderni in Full-HD, ma sarà necessario rinunciare a qualche filtro/effetto per ottenere frame-rate nella sfera dei 60fps.

Da questo punto di vista, è preferibile orientarsi sulla GTX 1050 Ti disponibile in un'altra variante della configurazione. Se cercate un notebook gaming valido anche per il multimedia e l'uso quotidiano, il Lenovo Y520 non vi potrà certo deludere, e potrete portarlo a casa a un prezzo di €1000 circa.L'ideale per una certa longevità nel gaming sarebbe una configurazione con GTX 1060, ma il prezzo leviterebbe di circa 300€. A questa cifra, quindi, è quasi impossibile fare di meglio.

Scopri come lavoriamo alle recensioni leggendo la nostra review policy.

Taggato come
A proposito dell'autore
Avatar di Marco Procida

Marco Procida

Contributor

Commenti