Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Peace Walker "accolto bene dagli hardcore"

Konami parla delle vendite.

Negli ultimi anni ogni qualvolta Hideo Kojima ha lanciato un nuovo Metal Gear, le casse di Konami si sono sempre riempite a dismisura, ma a quanto pare non è successa la stessa cosa con Peace Walker. Konami non ha infatti nascosto una certa delusione di fronte ai dati di vendita dell'ultimo capitolo del brand, sottolineando però che il prodotto è stato "accolto bene dagli hardcore gamer".

Ma è andata veramente così? Il sottoscritto ha premiato il gioco con un sonoro 9/10, una valutazione che non si discosta poi molto dall'89% registrato su Metacritic, ciononostante le vendite non sono certo state all'altezza delle previsioni della vigilia.

Pur essendo inferiori alle aspettative, le vendite del brand non sono però state così deludenti: dati alla mano il brand ha raggiunto le 1.4700.000 copie vendute tra Aprile e la fine di Settembre, e sebbene Konami non abbia specificato quante di quelle copie dipendano da Peace Walker, è presumibile che il dato si riferisca in larga parte all'esclusiva PSP.

Tutto ciò che Konami ha avuto da dire in merito è che le vendite di Peace Walker sono "cresciute favorevolmente".

Nel periodo compreso tra aprile e la fine di settembre Konami ha venduto 10,05 milioni di copie dei propri prodotti, un dato che oltre a Metal Gear si riferisce anche a titoli come LovePlusPlus, Dance Dance Revolution, Jikkyo Pawafuru Puroyakyu, Puroyakyu Spirits 2010, Tokimeki Memorial Girl's Side 3rd Story, Fairy Tail Portable Guild e Busou Shinki Battle Masters.

Entrando più nello specifico 4,34 milioni di copie derivano l mercato Giapponese, 3,42 milioni da quello Europeo, 2,18 milioni da quello Americano ed infne 120,000 da quello Asiatico.

Di quei 10,5 milioni di copie, 3,44 milioni derivano da prodotti calcistici, 3,14 milioni da prodotti "Vari", 1,47 milioni da titoli appartenenti al franchise di Metal Gear, 740.000 da giochi di baseball, 670.000 da giochi tratti da serie animate televisive ed infine 590.000 da titoli musicali.

I profitti derivanti da tali vendite dovrebbero essere pari a 327 milioni di dollari e, cosa importante, tali cifre non comprendono le vendite di Castlevania: Lords of Shadow e PES 2011, entrambi rilasciati dopo la fine di settembre.

A proposito dell'autore
Avatar di Davide Persiani

Davide Persiani

Contributor

Davide inizia a lavorare nel campo dell'editoria videoludica all'età di 16 anni. Dopo qualche anno di gavetta in Spaziogames e Play Media Company, subisce l'irresistibile fascino di Eurogamer.it.

Commenti