Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Saints Row, gli sviluppatori spiegano come vogliono riportare i fan alla serie

"È un po' frustrante da vedere... quando sei convinto di cosa stai facendo".

Dopo la nostra anteprima del reboot di Saints Row, ci siamo seduti a chiacchierare con gli sviluppatori di Volition Kenzie Lindgren (designer UX) e Damien Allen (lead designer). Abbiamo affrontato un'ampia gamma di argomenti, tra cui le novità di questo reboot, ma abbiamo iniziato discutendo del perché gli appassionati di Saints Row dovrebbero tornare alla serie, al netto di un cast e un'ambientazione nuovi di zecca.

"Anche se non ci sono gli stessi personaggi, anche se non c'è la stessa ambientazione, anche se non è esattamente la stessa cosa di prima, è pur sempre Saints Row", ha detto Lindgren.

"Sento che ogni volta che entro nel gioco, sia che si tratti di personalizzazione (perché la personalizzazione è una parte fondamentale), sia che si tratti di viaggiare per la città, sia che si tratti di indossare la tuta alare per partecipare alle missioni, mi sento all’interno di un gioco di Saints Row. E credo che valga la pena di provare il gioco se si è un giocatore di vecchia data, ma anche per i nuovi giocatori che vogliono scoprire questa sensazione per la prima volta".

Avete mai pensato di fuggire da una sparatoria a bordo di un hoverboard? In Saints Row potrete farlo!

Questo è un aspetto che Allen ha voluto ribadire. "Penso davvero che l'atmosfera del franchise di Saints Row sia viva e vegeta", ha aggiunto.

"Se siete dei veterani, se avete giocato a uno o a tutti e quattro i giochi precedenti, ci sarà qualcosa che vi piacerà, [che si tratti delle] meccaniche di attraversamento della mappa, delle nuove cose che abbiamo aggiunto o di un mondo che è più vibrante e unico di qualsiasi cosa abbiamo mai avuto in passato".

Ma sebbene il tono generale di Saints Row possa essere lo stesso, Volition ritiene che questo nuovo reboot si distingua dagli altri giochi (e non solo da quelli della serie Saints Row) per la sua personalizzazione, che sembra essere uno degli esempi più estesi del suo genere. Tutto può essere modificato, dagli abiti, alle auto e alle armi, fino alle cicatrici e alle voglie sul corpo del personaggio.

23 minuti di gameplay di Saints Row in 4K

"Abbiamo sicuramente molta più personalizzazione di qualsiasi altro gioco sul mercato in questo momento", ha dichiarato Lindgren. "Ma è anche interessante il fatto che nonostante nel gioco possiamo darvi gli stessi strumenti e gli stessi modi di attraversare e di muovervi, e potete completare le stesse missioni e ottenere le stesse ricompense [degli altri giocatori di Saints Row], non è detto che due giocatori abbiano la stessa esperienza".

"Con il livello di personalizzazione e il livello di opzioni e strumenti che vi diamo, due giocatori diversi giocheranno in modo completamente diverso. E credo che questo sia un aspetto molto interessante di questo Saints Row in particolare".

Con l'enorme quantità di cosmetici inclusi nel gioco stesso, il team di Saints Row ha deciso di mantenere i pronomi del protagonista neutri rispetto al genere, con il Boss che viene sempre chiamato "loro" o "tu". Gli sviluppatori affermano che si tratta di una scelta puramente tecnica e che non è stata fatta per suggerire che il boss sia non binario.

Oppure potreste provare a scappare da un inseguimento librandovi in aria a bordo della vostra moto. Potrete fare anche questo, in Saints Row.

Questo ci ha portato al reveal iniziale di Saints Row l'anno scorso, che è stato accolto con una risposta tiepida, e al successivo rinvio del gioco.

"Credo che una parte di me e forse anche altre persone nello studio abbiano sempre saputo che all'inizio sarebbe stato un po' difficile, perché i [vecchi] Saints non sarebbero tornati... Sapevamo che sarebbe stato qualcosa di controverso", ha ammesso Lindgren.

"È un po' frustrante vedere [le reazioni iniziali] quando si è convinti di cosa si sta facendo e non si è ancora pronti a rivelare tutto. E questo può essere un problema da affrontare".

"Sono stato io a dire: 'I Saints non torneranno', e questo può essere molto snervante. Ma non significa che sia una cosa negativa. E onestamente, per tutto il tempo in cui sono stato qui... siamo sempre stati fiduciosi in questa direzione. Io sono sempre stato fiducioso in questa direzione e personalmente ho amato ciò che abbiamo realizzato. Quindi sì, può essere frustrante, ma sono anche abbastanza fiducioso".

"Devi solo adottare un approccio del tipo: 'Ok, sappiamo cosa abbiamo e vi mostreremo cosa abbiamo. Siate pazienti, per favore", ha aggiunto Allen. "A volte bisogna prenderla con filosofia. E dal mio punto di vista non è stato come se avessimo dovuto cambiare idea o spostarci o altro [dopo l'accoglienza dell'annuncio]. È stato: ‘Questo è il percorso che abbiamo seguito per tutto il tempo e siamo stati molto fiduciosi in questo’. E quando le persone potranno vederlo nella sua interezza, credo che saranno d'accordo con noi".

Uno scontro a fuoco con i Panteros.

E a quanto pare, l'obiettivo di Volition è quello di far vivere Saints Row al maggior numero di persone possibile, grazie alle opzioni di accessibilità del gioco.

"Una cosa che abbiamo cercato di fare con l'accessibilità è stata quella di assicurarci che almeno ogni categoria di utenti avesse la possibilità di giocare", ha rivelato Lindgren. "Quindi, c'è una sezione per l'accessibilità visiva. C'è una sezione per l'accessibilità motoria. C'è una sezione per il movimento della telecamera e tanto altro ancora".

"Credo che ci sia qualcosa per tutti", ha detto, prima di promettere una descrizione più approfondita delle opzioni di accessibilità del gioco che arriverà più avanti.

Uno sguardo al multiplayer cooperativo.

Quindi, cosa riserva il futuro di Saints Row? Una volta lanciato, il titolo potrà essere giocato in modalità completamente cooperativa, se lo si desidera, anche tramite cross-gen. Tuttavia, non aspettatevi che Saints Row diventi un gioco cooperativo cross-platform. Quando abbiamo chiesto loro se questo potrebbe mai essere una possibilità, Allen ha risposto con un secco "no".

Nel frattempo, Allen e Lindgren sono stati entrambi molto attenti a non svelare troppo quando ho chiesto di un'opzione multigiocatore di Saints Row, e hanno invece scelto di concentrarsi su ciò che possiamo aspettarci all'uscita iniziale del gioco, ovvero la già citata modalità cooperativa. Tuttavia, ciò è stato preceduto da frasi come "in questo momento".

Infine, prima di concludere il nostro incontro con gli sviluppatori di Volition, abbiamo chiesto loro come descriverebbero Saints Row in poche parole. Beh, è stato facile. Hanno promesso che sarà una "fantasia unica, alimentata dal potere" e un sacco di "divertimento" in cui immergersi, alla sua uscita.

A proposito dell'autore

Avatar di Riccardo Cantù

Riccardo Cantù

Contributor

Nato nel 1993, Riccardo ha coltivato, negli anni, una passione smodata per tutto ciò che è entertainment. Videogiochi, cinema, fumetti, musica e letteratura sono il suo pane quotidiano e ama le lunghe discussioni riguardanti queste tematiche.

Commenti

More Intervistas

Ultimi Articoli