Skip to main content

Sudden Strike 4 - prova

Kalypso Media ha deciso di riportare in vita la serie di Sudden Strike sulle orme di Company of Heroes.

Berlino - Come ultima sorpresa approntata per festeggiare i dieci anni di attività, dopo un capatina nella mitologia nordica e nel campo dei city-builder, Kalypso Media ha mostrato l'ambizioso tentativo di riportare in vita una storica serie di strategici in tempo reale ambientata durante la seconda guerra mondiale: Sudden Strike. Una licenza nata nel 2000 per opera dei Fireglow, uno studio di sviluppo con sede in Russia.

Il gioco originale prevedeva ben tre campagne distinte, una per i tedeschi, una per gli Alleati e una per i russi e, nonostante un trattamento da parte della critica non amichevole, incontrò il favore del pubblico, registrando un notevole 88% di media tra le recensioni dei lettori di Metacritic.

Il gioco metterà in scena le più famose battaglie della seconda guerra mondiale, dall'invasione della Polonia alla caduta di Berlino.

Forse per questo motivo il publisher tedesco ha deciso di puntare su questa licenza, affidando però lo sviluppo ad un team di veterani di Crytek e di Stormregion Games riunitosi sotto il nome di Kite Games.

Il loro obiettivo è quello di proporre un nuovo capitolo in grado di recuperare le caratteristiche del capostipite, non rinunciando però a cercare di recepire gli insegnamenti dei massimi esponenti del genere. In altre parole di Company of Heroes.

Le similitudini col gioco di Sega, infatti, sono molteplici, a cominciare dal periodo storico preso in esame, ovvero la seconda guerra mondiale. Sudden Strike 4 proporrà tre campagne della durata di circa 20 missioni che racconteranno il più grande conflitto della storia, dall'invasione della Polonia all'assedio di Berlino.

Gli sviluppatori mostreranno il punto di vista delle tre maggiori fazioni in guerra, ovvero gli Alleati, i tedeschi e i russi. Ognuno di questi eserciti sarà composto da unità realistiche, perfettamente riprodotte partendo da mezzi realmente scesi in campo come in carro armato Königstiger, il lanciarazzi Katyusha o il caccia Hawker Typhoon. Saranno oltre cento le unità uniche ricostruite, ognuna con le sue caratteristiche e il suo ruolo in battaglia.

Saper sfruttare ogni punto di forza di queste unità sarà fondamentale sia durante la campagna in singolo giocatore, ma sopratutto nelle battaglie multiplayer che sarà possibile imbastire contro gli altri giocatori.

Guarda su YouTube

A differenza dei vecchi Command&Conquer o di StarCraft, in Sudden Strike 4 non sono presenti le basi. In altre parole il giocatore e i nemici dovranno fare affidamento unicamente sulle unità che vengono fornite loro all'inizio della missione, al massimo rimpolpate da qualche rinforzo trovato nello scenario o spedito dal campo base. Questo vuol dire che dovrete cercare di essere furbi e usare ogni soldato in maniera efficiente, magari sfruttando a proprio vantaggio il campo di battaglia, colpendo il nemico nel suo punto debole e sfruttando le abilità specifiche del generale che sceglierete all'inizio di ogni missione.

Gli edifici, infatti, possono essere occupati dalle truppe di fanteria così da ottenere maggior riparo o per far scattare qualche imboscata, così come i carri armati, se colpiti sul retro, saranno maggiormente vulnerabili. Anche usare i bombardamenti in dotazione ai vostri comandanti al momento opportuno potrebbe fare la differenza tra una vittoria e una sconfitta.

Occorrerà saper sfruttare al meglio anche gli agenti atmosferici. Il fango e la neve, infatti, influenzeranno la capacità di movimento di molte truppe e potrebbero dunque essere sfruttati a proprio favore.

Il gioco premierà un atteggiamento "furbo" attraverso un sistema di medaglie con il quale sbloccare due sfide aggiuntive per ogni missione, come per esempio completarla partendo da mezzi con solo il 20% di carburante.

L'assenza delle basi non lascia grossi margini per rimediare ai propri errori o per avere un atteggiamento eccessivamente aggressivo. È vero che il gioco premia le azioni migliori e non penalizza i generali meno abili, ma richiede sicuramente una buona padronanza sia degli strategici in tempo reale sia del gioco in sé. Ogni singola unità, infatti, ha sia un ruolo specifico all'interno dello schieramento, sia una serie di comandi dedicati, da utilizzare nel momento opportuno.

I mezzi militari sono stati riprodotti con cura.

I medici da campo dovranno essere tenuti in disparte così da poter curare i feriti più gravi, i mezzi di rifornimento non possono affrontare i cingolati, ma devono intervenire quando una vostra unità sarà a corto di benzina e munizioni e così via. Sudden Strike 4 è dunque più basato sulla microgestione della propria forza d'attacco che su quella a larga scala alla Total War e richiede una buona precisione per riuscire sia a selezionare le diverse unità, sia per impartire loro i comandi desiderati.

Su PC, grazie a mouse e tastiera, l'operazione è facilmente gestibile, nonostante la complessità degli scenari, ricchi di edifici, ripari e dettagli, non sia sempre d'aiuto. Qualche dubbio maggiore sulla giocabilità di uno strategico così complesso su PS4 lo abbiamo, ma Kite Games e Kalypso Media sembrano comunque intenzionati a portare Sudden Strike 4 anche su console, oltretutto in contemporanea alla piattaforma PC.

Il tempo a loro disposizione per ottimizzare il codice di gioco e l'interfaccia utente sembra non mancare: lo strategico al momento è previsto per il secondo quarto del 2017, ma di sicuro la sfida da affrontare è ardua.

Dal punto di vista tecnico lo studio bulgaro è riuscito ad adattare piuttosto bene il classico Unity Engine ai suoi scopi. Alcuni degli elementi più sorprendenti di Company of Heroes sono anche qui presenti, come la distruttibilità degli ambienti o l'incidenza del tempo atmosferico sul campo di battaglia e il livello di dettaglio è buono. L'obiettivo è di garantire i 4k e i 60 frame al secondo con una scheda grafica di fascia alta, ma sembra che sia facilmente alla portata degli sviluppatori. Su PlayStation 4, invece, il framerate sarà bloccato a 30 fotogrammi al secondo con una risoluzione in FullHD.

Il tempo atmosferico inciderà sugli scenari. Il fango e la neve, per esempio, rallenteranno le unità.

Sudden Strike 4 potrebbe essere il prodotto che va a colmare le voglie degli amanti della strategia in tempo reale. Con la sua microgestione delle truppe, l'ambientazione super realistica e il multiplayer competitivo, il prodotto di Kite Games potrebbe ritagliarsi una nicchia interessante sul mercato.

Mancano però diversi mesi alla sua uscita, quindi sentiremo ancora parlare di Sudden Strike 4 in futuro.