Sony punta tutto sul 3D con gli occhiali

Senza occhiali è troppo "primitivo".

Secondo Sony, il 3D privo di occhiali ha alcune "limitazioni insite nella tecnologia".

L'affermazione fa parte di una risposta più ampia a chi si lamenta del fatto di dover indossare degli occhiali per giocare o vedere i film in 3D stereoscopico. Secondo i creatori della Playstation 3 gli occhiali sono comunque la soluzione migliore, e lo saranno per un bel po'.

"Sono già disponibili alcuni modelli di televisore 3D privi di occhiali", ha spiegato Mick Hocking, l'uomo che si occupa del gaming 3D per conto di Sony. "Il problema con il sistema auto-stereoscopico (così si definisce il 3D senza occhiali) è che ci sono alcune limitazioni insite nella tecnologia".

"Con il 3D stereoscopico devi produrre due immagini, una diretta all'occhio destro e una all'occhio sinistro, è questo che crea l'effetto 3D. In questi televisori, per ottenere l'effetto c'è un punto esatto in cui si deve guardare, da una determinata distanza e angolazione, ma basta muovere di poco la testa perché la visuale venga disturbata, diventi piena di artefatti e perda l'effetto".

"Lo stesso discorso vale per i dispositivi portatili: se si muove troppo il dispositivo o la testa, l'effetto 3D svanisce. Quindi per adesso non funziona molto bene.

"Ultimamente si è lavorato molto sugli schermi auto-stereoscopici, perché per molte persone l'indossare occhiali è una cosa che non tutti vogliono fare per godere dei contenuti video. Ma sono ormai 12 mesi che diciamo la stessa cosa: se il prodotto è buono, l'unico modo per apprezzarlo appieno su un televisore 3D ad alta definzione è utilizzare gli occhiali".

A Marzo Samsung ha affermato che difficilmente i televisori 3D privi di occhiali saranno disponibili prima di 10 anni.

"Considerando la nostra attuale tecnologia, possiamo creare dei televisori di questo tipo, tuttavia possono essere visti da un unico angolo di visuale", ha affermato Samsung.

"Per rendere l'esperienza simile a quella dei televisori normali, come in un salotto dove più persone guardano la TV da varie angolazioni, ci vogliono almeno 32 punti di visuale".

"Noi pensiamo che per creare un prototipo di questo tipo ci vorranno circa cinque anni, e prima che il prodotto possa essere commercializzato a un costo accettabile, che le emittenti aggiornino la loro infrastruttura e che la banda di trasmissione sia garantita, passeranno almeno altri 5 anni".

"Al momento, se vuoi stare sul divano a guardarti un film o giocare a qualcosa, puoi farlo senza occhiali solo tenendo la testa ferma. Se qualcuno della tua famiglia o dei tuoi amici vuole sedersi e guardare la tv con te, non avranno la tua stessa esperienza 3D", conclude Hocking. "Non è un problema facile da risolvere, quindi per il momento il 3D ha una resa indubbiamente migliore con gli occhiali, ed per questo che ci stiamo concentrando su questo settore".

Vai ai commenti (9)

Riguardo l'autore

Lorenzo Fantoni

Lorenzo Fantoni

Redattore

Dentro un rugbista di 110kg dedito agli stravizi, batte il cuore di nerd vecchio stampo con lo sguardo perennemente abbronzato da uno schermo, anche d'estate.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (9)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza